20 Settembre 2019 - Ultimo aggiornamento alle 08.09
Palermo

Venerdì 14 e sabato 15 giugno

Palermo: al museo Salinas due giornate all’insegna della cultura, tra danza e musica

12 Giugno 2019

Due giornate all’insegna della cultura, della danza contemporanea e della buona musica sono previste per venerdì 14 e sabato 15 giugno, al museo Salinas di Palermo.

Venerdì 14 giugno alle ore 19,00 nell’agorà del museo tre danzatori professionisti riproporranno, in chiave contemporanea, una performance ispirata alla storia di Eos e Kephalos, uno dei miti raffigurati nelle sculture provenienti dai templi di Selinunte, esposte nella suggestiva sala delle metope del museo.

Gli artisti interpreteranno le vicende di amore e gelosia tra Kephalos, affascinante sposo di Procri, e Eos, dea dell’aurora che si innamora perdutamente del giovane. Durante una battuta di caccia la dea rapisce Kephalos e insinua nel giovane il sospetto che la sua amata Procri sarebbe stata facilmente indotta a tradirlo non appena qualcuno le avesse fatto un regalo e, per avvalorare la sua tesi, lo trasforma in un’altra persona. Kephalos ne avrà la conferma quando, presentatosi a Procri sotto mentite spoglie con un dono prezioso, ella cederà alle sue lusinghe. Il giovane deluso, cade tra le braccia di Eos, ma in seguito si riavvicina a Procri e durante una sfortunata battuta di caccia la ucciderà, scambiandola per un cervo.

La performance sarà introdotta e inframmezzata da racconti sul mito tratti da testi letterari di autori classici e moderni (da Esiodo, a Callimaco eCarducci).

Direzione artistica e coreografie: Silvia Scalici Davide Cannata;
Danzatori: Silvia Scalici (Eos), Davide Cannata (Kephalos) e Giada Manno (Procri);
Reading: Rosaria Pandolfo.

 

Sabato 15 giugno alle ore 18,00 nell’agorà del Museo Salinas arriva il Drum Circle organizzato dall’associazione culturale La Bottega Delle Percussioni. 

Un gruppo di persone che si riuniscono e si dispongono in cerchio per suonare insieme, tamburi o percussioni di vario genere. I partecipanti ad un Drum Circle, attraverso il ritmo si connettono e comunicano tra loro, ridono, si ascoltano, interagiscono, esprimono il loro potenziale suonando, cantando, entrando in empatia con gli altri membri del gruppo. I partecipanti non si riuniscono per imparare a suonare o esibirsi di fronte ad un pubblico, ma semplicemente per divertirsi tutti insieme. 

L’evento è aperto a tutti e non è necessario essere musicisti per partecipare. Le percussioni e i tamburi saranno distribuiti ai partecipanti da La Bottega delle Percussioni, ma ciascuno sarà libero di portare con se il proprio strumento preferito!

Costo ticket: adulto euro 10,00| bambino euro 5,00

 

Sabato 15 giugno, alle ore 20,30 la serata sarà animata dalla cantante palermitana Giulia Militello.

La sua voce è caratterizzata da un timbro caldo e pulito, abbraccia uno stile eclettico, plasmato dalle numerose e variegate influenze che spaziano tra soul, jazz e pop. Ad accompagnarla sarà il chitarrista Emilio Garofalo, diplomato all’Accademia di Musica Moderna Amm National School. In scaletta, tra le altre, brani di Norah Jones e Amy Winehouse.

L’apertura del Culture Concept Store fino a mezzanotte offrirà la possibilità di godere della musica comodamente seduti ai tavoli del Cafe Culture, gustando un buon aperitivo, un cocktail o cenando in compagnia di amici.

L’ingresso è gratuito fino ad esaurimento dei posti disponibili.

Per info e prenotazione tavoli: 345 7765493

 

Salinas by night

Sono inoltre previste delle visite guidate, alle ore 20.00, 20.45, 21.30 e 22.15, alla scoperta di importanti capolavori come i due grandi sarcofagi antropomorfi, provenienti dalla necropoli di Pizzo Cannita, o della famosa Pietra di Palermo, frammento di diorite risalente al periodo faraonico che attira visitatori da tutto il mondo, il tutto guidati da un archeologo.

Prenotazione consigliata al numero 091.7489995

Costo ticket: intero euro 10,00 | ridotto euro 7,00 (biglietto under 18)

Ingresso al Museo esclusivamente con visita guidata.

 

Tag:
Libri e Cinematografo
di Andrea Giostra

Antonella Biscardi, scrittrice e produttrice, si racconta in un’intervista

Intervista ad Antonella Biscardi, scrittrice e produttrice "Nel mio libro c’è un invito a rallentare, un po' come andare in bicicletta, con il vento fra i capelli e camminare lenti verso la vita, guardandola, accogliendola, non divorandola … nasce dal desiderio di comunicare positività, dolcezza e amore. I miei hashtag sono: #felicità #amore #tradizioni #ricordi #vita #pezzidinoi".
LiberiNobili
di Laura Valenti

I passi di gambero e la regressione nei bambini

La probabilità di ricorrere a meccanismi di difesa regressivi è alta se alla particolare vulnerabilità emotiva del bambino si aggiungono atteggiamenti genitoriali di iperprotezione e di paura fino ad arrivare al baby-talking, per cui il bambino tende a ritirarsi sempre più dal rapporto con l'esterno.
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

Al vincitore i giri

Non ho mai creduto e accettato i regolamenti che davano tutto il potere ad una sola persona, neanche quando da bambino giocando per strada davamo tutta questa importanza a chi portava il pallone, dando lui la possibilità di decidere chi giocava e in quale delle due squadre
Sanità in Sicilia
di Salvatore Corrao

Cos’è la Medicina interna e perché può essere una risorsa per il Sistema sanitario nazionale

Un grande maestro il professore Giacinto Viola scriveva sul suo trattato di Medicina Interna del 1933: “in Clinica tutto è improvvisazione, caso per caso, e gli ammalati così diversi sempre, anche quando hanno la stessa malattia, sono poi così mobili nei loro sintomi e fatti obiettivi, che spesso ciò che di essi si dice alla sera non è più vero al mattino”. 
Wanted
di Ludovico Gippetto

“I vestiti nuovi” della dea di Morgantina

Il caso della famigerata dea di Morgantina, ritornata in Sicilia nel 2011 dopo una lunga trattativa con uno dei più grandi musei del pianeta: il J. Paul Getty Trust di Malibu, in California.
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Il 25 aprile festa della libertà tra memoria e impegno

Anche quest’anno la ricorrenza del 25 aprile non è immune da polemiche insulse e pretestuose che puntano a delegittimare e a ridimensionare la portata storica di quel straordinario avvenimento che fu la Resistenza, quel grande movimento di popolo che restituì agli italiani la libertà e cancellò la vergognosa pagina del fascismo.