Palermo, al via i lavori del nuovo pronto soccorso di Villa Sofia | CLICCA QUI PER LE FOTO :ilSicilia.it
Palermo

il provvedimento

Palermo, al via i lavori del nuovo pronto soccorso di Villa Sofia | CLICCA QUI PER LE FOTO

di
21 Settembre 2021

GUARDA LE FOTO IN ALTO

Sono iniziati stamane a Palermo i lavori per la realizzazione di un padiglione da adibire ad accoglienza dei pazienti al Pronto soccorso dell’ospedale Villa Sofia.

Dopo la disposizione del presidente della Regione Nello Musumeci, in qualità di commissario, la Struttura diretta da Tuccio D’Urso ha stipulato il contratto con la società aggiudicataria dell’appalto, il Consorzio Conpat di Roma.

I lavori – che prevedono anche turni in notturna e nei giorni festivi – consisteranno nella realizzazione di una prefabbricato in acciaio di trecento metri quadrati. La struttura è suddivisa in tre parti: la prima (di circa 130 metri quadrati) è una camera calda carrabile per la sosta delle ambulanze e dei mezzi privati che trasportano pazienti; la seconda (80 metri quadrati) è una zona di pre-triage per il primo trattamento e smistamento dei pazienti che arrivano in emergenza.

Questa area, oltre a locali destinati al personale delle ambulanze, avrà una zona destinata al deposito delle barelle affinché i mezzi in emergenza non debbano sostare lungamente per attendere la restituzione delle stesse lettighe su cui è stato adagiato il paziente trasportato.

La terza zona, di circa cento metri quadrati, è destinata all’accoglienza del pubblico che si presenta al Pronto soccorso autonomamente, affinché possa attendere il turno per le eventuali visite ambulatoriali o per ottenere cure mediche.
La sala potrà accogliere anche i parenti dei ricoverati, in attesa di notizie sul loro stato di salute. Il progetto è stato redatto su precise indicazioni logistiche da parte dell’azienda ospedaliera, guidata da Walter Messina. Il cantiere avviato stamane concerne i lavori preparatori all’interno della struttura per aprire un nuovo ingresso, non potendosi interrompere l’accesso dei pazienti.

In questo modo – sottolinea l’assessore alla Salute Ruggero Razza si metterà fine a quanto si verifica sino a oggi, quando lo sbarco dei pazienti a bordo dei mezzi di soccorso avviene all’aperto, così come all’aperto sono costretti ad attendere anche gli altri pazienti che si presentano in codice bianco, oltre ai parenti delle persone ricoverate o in attesa di ricovero”.

Particolare attenzione sarà dedicata poi alla sala d’aspetto, dov’è previsto un apposito banco per l’ascolto di chi si presenta in codice bianco. Altra specifica realizzazione è costituita da un punto in cui i parenti dei pazienti ricoverati si potranno collegare con il proprio congiunto o con il medico che lo sta assistendo, per potere avere direttamente notizie sulle condizioni di salute. Ciò dovrebbe annullare le situazioni di tensione che purtroppo spesso si manifestano al Pronto soccorso.

Le attività preliminari (realizzazione del nuovo ingresso, smontaggio dell’attuale pensilina, realizzazione della fondazioni, etc) dovrebbero durare circa trenta giorni. Nei successivi venti giorni saranno montati i padiglioni prefabbricati. I lavori vengono assistiti costantemente dalla struttura tecnica della Azienda ospedaliera Villa Sofia-Cervello

 

© Riproduzione Riservata
Tag:

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Serie Tv Medical Drama: Emozioni in corsia

Di serie tv Medical Drama ( serie tv ambientate in ospedale) ne sono state realizzate moltissime; soprattutto in questi ultimi anni, alcune  hanno riscosso un tale successo che i protagonisti sono diventati i medici o gli infermieri che tutti noi vorremmo incontrare

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Covid 19… per un nemico in più

Era il 1982, Riccardo Cocciante pubblicava il suo album ”Cocciante” e la canzone di successo fu “Per un amico in più”. In questa canzone il grande Riccardo ci descrive cosa non si fa per un amico in più.

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Classe dominante estrattiva

Nel mio ultimo saggio intitolato il lupo e l’agnello, pubblicato da Rubbettino, nelle librerie dal 1 luglio, tra i motivi del mancato sviluppo del Sud metto in evidenza quello della presenza di una classe dominante estrattiva

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.
Banner Italpress

Segreti e non misteri

di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin