20 Agosto 2019 - Ultimo aggiornamento alle 19.44
Palermo

La Fisascat Cisl chiede l'avvio delle trattative sindacali

Palermo: al via la cessione di Villa Igiea, Hotel delle Palme e Mercure

8 Ottobre 2018

Sono state avviate le procedure di cessione di Villa Igiea, Hotel delle Palme e Mercure Excelsior, i tre grandi alberghi di Palermo simbolo del turismo d’elite, attualmente in capo ad Acqua Marcia Turismo in concordato preventivo. Il primo e il secondo pre-aggiudicati rispettivamente alla Rocco Forte & family e alla società Argonauti srl e il terzo aggiudicato alla Luxury Private Properties. Le strutture, in sofferenza da anni, necessitano di ingenti attività di manutenzione e ristrutturazione. Si tratta, infatti, di edifici storici dal notevole pregio architettonico ed artistico.

Dopo essere appartenuti per decenni al Banco di Sicilia e negli ultimi anni al gruppo del noto immobiliarista Francesco Bellavista Caltagirone si apprestano a passare nelle mani di società specializzate nella gestione degli alberghi di lusso e di immobili di pregio. La Rocco Forte & family, infatti, solo in Italia possiede il Verdura Resort di Sciacca, il De Russie di via del Babuino a Roma e il Savoy di Firenze. La Luxury Private Properties, della famiglia Giotti, è già proprietaria del Des Etrangers di Siracusa e dell’Hotel The Ashbee di Taormina. Mentre la Argonauti srl opererebbe per conto di Algebris di Davide Serra, uno dei più grandi ed importanti fondi di gestione del risparmio.

Villa Igiea PalermoTutti e tre gli acquirenti sono chiamati alla firma del rogito il 31 ottobre prossimo. Tutto quindi è definito, almeno per il Mercure Excelsior che è già stato aggiudicato, a meno che in questi 20 giorni arrivino per Villa Igiea e Hotel delle Palme, entrambe pre-aggiudicate, nuove più consistenti offerte. Un’eventualità difficile, a questo punto della procedura, ma non impossibile visto quanto accaduto nell’agosto scorso proprio per Villa Igiea, quando un’offerta al rialzo presentata dalla Rocco Forte & family ha scalzato Algebris.

Nel frattempo si agitano le acque tra i sindacati che chiedono di avviare le trattative per garantire i lavoratori. “Abbiamo già formulato richiesta di incontro per esperire l’esame congiunto – afferma Mimma Calabrò segretario generale Fisascat Cisl Siciliae attendiamo la data affinché si possano espletare le procedure per garantire il mantenimento occupazionale e redditizio di tutti i lavoratori impegnati nei tre alberghi”.

“Attenzioneremo ogni dettaglio a partire dal piano industriale futuro – continua il Segretario – affinché le tre strutture ricettive, di grande importanza per valore storico e patrimonio culturale, possano essere rilanciate in modo da essere punto di riferimento del turismo di élite per il settore. Negli ultimi anni, i lavoratori e la Società hanno mantenuto attive le strutture, anche se faticosamente, grazie ad enormi sacrifici anche rispetto agli istituti pregressi”.

“Auspichiamo che i nuovi piani industriali abbiano una forte caratterizzazione di politiche di destagionalizzazione – conclude la Calabrò – volano non solo per l’incremento del turismo,ma anche per lo sviluppo del commercio e dei servizi”.

Tag:
LiberiNobili
di Laura Valenti

Le regole sono fatte per essere eseguite ma anche trasgredite

I piccoli devono, prima di tutto, acquisire la fiducia e la capacità di affidarsi, senza condizioni, ai genitori, anche se rimane un loro sacro e santo diritto essere resi consapevoli dei perché sì e no. I bambini non si trattano da idioti o con eccessive espressioni onomatopeiche, a meno che non si scherzi e giochi.
Wanted
di Ludovico Gippetto

“I vestiti nuovi” della dea di Morgantina

Il caso della famigerata dea di Morgantina, ritornata in Sicilia nel 2011 dopo una lunga trattativa con uno dei più grandi musei del pianeta: il J. Paul Getty Trust di Malibu, in California.
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Il 25 aprile festa della libertà tra memoria e impegno

Anche quest’anno la ricorrenza del 25 aprile non è immune da polemiche insulse e pretestuose che puntano a delegittimare e a ridimensionare la portata storica di quel straordinario avvenimento che fu la Resistenza, quel grande movimento di popolo che restituì agli italiani la libertà e cancellò la vergognosa pagina del fascismo.