Palermo, anche gli Asu reclamano un emendamento per passare alla Resais :ilSicilia.it

La richiesta del Csa

Palermo, anche gli Asu reclamano un emendamento per passare alla Resais

di
12 Aprile 2018

Dopo l’emendamento alla Finanziaria presentato in Commissione lavoro dall’onorevole di Sicilia Futura Edi Tamajo per la stabilizzazione dei 2.700 ex Pip del bacino “Emergenza Palermo”, anche gli Asu reclamano un provvedimento che consenta loro di essere assunti dalla Resais. La società partecipata della Regione Siciliana è stata individuata come quella più idonea per l’assunzione di questo personale, visto che è stata utilizzata come contenitore per assorbire tutti i lavoratori provenienti dalle altre società dismesse con l’obiettivo di reimpiegarli al fine di erogare i servizi di cui i vari enti regionali hanno bisogno.

La notizia dell’emendamento, emersa ieri, ha richiamato l’attenzione e l’interesse del CSA – Dipartimento Asu“Riteniamo che questa sia la migliore strada possibile anche per avviare le procedure di stabilizzazione dei 5 mila lavoratori Asu”, hanno dichiarato oggi i coordinatori regionali dell’organizzazione, Vito Sardo e Mario Mingrino. Si tratta di persone che, alla stregua dei Pip, da circa 20 anni lavorano alle dipendenze di enti e soggetti pubblici in cambio di un’indennità di assistenza, di circa 600 euro, e senza per questo godere di coperture contributive o delle tutele tipiche dei lavoratori dipendenti.

Una situazione di precarietà sottoposta ad ogni finanziaria all’attenzione delle forze parlamentari regionali. “Facciamo appello all’intera deputazione regionale – aggiungono – ricordando che i lavoratori Asu hanno diritto, ex lege, alla stabilizzazione e la Resais o altre società partecipate della Regione, rappresentano le realtà più idonee ad accogliere i soggetti in esubero. Purtroppo – continuano Sardo e Mingrino – dobbiamo prendere atto che l’Assessorato al lavoro deve ancora espletare gli atti previsti dall’art. 11 della legge regionale 8/2017, provocando di fatto un blocco al percorso di stabilizzazione e disattendendo la volontà del Parlamento siciliano”.

“Auspichiamo che l’Ars – concludono – svolga la sua funzione di controllo. Non si può più attendere: lo chiedono i lavoratori Asu e lo dice anche la Corte dei Conti. Siano avviate le procedure di stabilizzazione”.

© Riproduzione Riservata
Tag:

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Serie Tv Medical Drama: Emozioni in corsia

Di serie tv Medical Drama ( serie tv ambientate in ospedale) ne sono state realizzate moltissime; soprattutto in questi ultimi anni, alcune  hanno riscosso un tale successo che i protagonisti sono diventati i medici o gli infermieri che tutti noi vorremmo incontrare

Blog

di Renzo Botindari

E se fosse colpa del “mal bianco”?

La nostra città è come una bella pianta ammalata e piena del “mal bianco”, un grosso parassita che tarpa qualunque fioritura e che non permette ai fiori di schiudersi.

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Covid 19… per un nemico in più

Era il 1982, Riccardo Cocciante pubblicava il suo album ”Cocciante” e la canzone di successo fu “Per un amico in più”. In questa canzone il grande Riccardo ci descrive cosa non si fa per un amico in più.

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Classe dominante estrattiva

Nel mio ultimo saggio intitolato il lupo e l’agnello, pubblicato da Rubbettino, nelle librerie dal 1 luglio, tra i motivi del mancato sviluppo del Sud metto in evidenza quello della presenza di una classe dominante estrattiva

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.
Banner Italpress

Segreti e non misteri

di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin