Palermo, artisti e tecnici dello spettacolo in piazza: "Protesteremo ad oltranza" | VIDEO :ilSicilia.it
Palermo

"Stato di agitazione permanente" da nord a sud

Palermo, artisti e tecnici dello spettacolo in piazza: “Protesteremo ad oltranza” | VIDEO

di
30 Maggio 2020

Guarda le video interviste in alto

Anche Palermo si è unita allo stato di agitazione permanente che da Nord a Sud ha unito i lavoratori, a vario titolo e professionalità, del settore cultura e spettacolo.

Oltre a Palermo, in piazza Verdi, anche Bari, Bologna, Cosenza, Firenze, Genova Catania, Napoli, Milano, Roma, Torino, Trieste e Venezia hanno risposto collettivamente, in un coro unico, chiedendo diritti e riconoscimenti.

Mario Barnaba
Mario Barnaba

Palermo si unisce alla tredici piazze – ci ha detto Mario Barnaba, referente della manifestazione in città – dove oggi gli operatori dello spettacolo, in maniera trasversale, tutti quelli che fanno parte del compatto artistico, hanno scelto di uscire dall’invisibilità per rivendicare due punti fondamentali“.

Dopo le richieste delle scorse settimane, rivolte agli amministratori locali e nazionali, rimaste inascoltate, la scelta di scendere in piazza ha come obiettivo la formalizzazione di due richieste fondamentalmente.

Palermo agitazione cultura e spettacolo
piazza Verdi

Chiediamo – continua Barnaba nella video intervista – un reddito di sussistenza che ci traghetti fino alla ripresa dei lavori, in totale sicurezza; e secondo punto, importante, chiediamo di  poterci sedere al tavolo del Ministero per rivedere lo statuto dello spettacolo affinché il comparto artistico possa essere riconosciuto e possa ricevere gli stessi diritti degli altri lavoratori“.

L’idea è quella di rimanere in un presidio costante se la nostra voce non verrà ascoltata“, conclude Barnaba.

In piazza a Palermo tra gli altri costumisti, musicisti, parrucchieri, tecnici e attori.

Filippo Luna
Filippo Luna

Siamo trascurati in questo momento dalle istituzioni ma la trascuratezza del nostro comparto si è incancrenita – ci ha detto l’attore Filippo LunaL’emergenza Covid-19 ha messo in luce quelli che sono i problemi storici della nostra categoria, è arrivato il momento di prenderne consapevolezza e che le istituzioni si riferiscano al  comparto dei lavoratori dello spettacolo prima di legiferare. Non è possibile che non veniamo invitati, con i nostri rappresentanti, ai tavoli istituzionali, così come è inaccettabile che le istituzioni locali non abbiamo istituito un tavolo per parlare con gli artisti del luogo per capire insieme come affrontare questa emergenza“.

 

 

© Riproduzione Riservata
Tag:
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Cosa succederà dopo Orlando?

Un articolo di Maurizio Zoppi per IlSicilia.it ha sollevato un problema molto importante per la città di Palermo. Chi sarà il successore di Orlando e, soprattutto, che succederà dopo Orlando?
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Mafia e antimafia

Dovendo parlare di mafia ed antimafia non si può non andare con la mente al 10 gennaio 1987 allorquando Leonardo Sciascia rilasciò una intervista al Corriere della Sera parlando di professionisti dell’antimafia
Wanted
di Ludovico Gippetto

L’archeologia del “Do not cross” come tutela

Rubare nei siti archeologici è gravissimo. Un argomento molto caro all’archeologo Sebastiano Tusa, fermo sostenitore del principio del "Do not cross". Dove gli oggetti antichi vanno guardati ma non decontestualizzati rispetto all’ambiente di provenienza.
CapitaleMessina
di Gianfranco Salmeri

Dopo la pandemia non sarà mai come prima

Dopo una crisi così devastante come quella che stiamo superando, le cose non potranno tornare mai come prima, e non è neanche bene che ciò avvenga. Una riflessione sulla fase 2 dell'emergenza coronavirus di Gianfranco Salmeri.