Palermo: Blitz allo Zen, in azione più di cento carabinieri :ilSicilia.it
Palermo

DUE PERSONE FERMATE PER TENTATO OMICIDIO

Palermo: Blitz allo Zen, in azione più di cento carabinieri

14 Gennaio 2020

Contrasto alla criminalità e lotta allo spaccio di droga.

Questo è l’obiettivo del maxi blitz che, da stamattina, è in corso nel quartiere Zen di Palermo. Sono stati impiegati nell’operazione oltre cento militari, che stanno setacciando la zona palmo a palmo.

IL BLITZ

Diversi i posti di blocco rafforzati e posizionati all’interno delle principali arterie della borgata, così come i servizi realizzati da carabinieri in abiti civili. L’intervento ha visto la collaborazione dei militari del 12° Reggimento Carabinieri “Sicilia”.

Nell’intervento, i carabinieri della compagnia di San Lorenzo hanno dato esecuzione all’ordinanza di applicazione della misura cautelare emessa dal Tribunale di Palermo nei confronti di Giuseppe Nicolosi, 31 anni, e Maurizio Ingrassia, 34 anni, entrambi arrestati per i reati di tentato omicidio e porto illegale di arma da fuoco.

Le indagini sono state condotte dai carabinieri della compagnia di San Lorenzo e coordinate dalla Procura della Repubblica di Palermo.

Le attività inquirenti hanno consentito di ricostruire in particolare quanto accaduto nella notte tra il 17 e il 18 dicembre 2017.

All’interno di un locale di viale Lazio, per futili motivi – scrivono i militari -, scoppiava una rissa tra una decina di giovani che vi si intrattenevano, tra i quali il Nicolosi ed il trentenne, spalleggiati dai rispettivi amici“.

Una volta fuori dal locale, Ingrassia avrebbe esploso dei colpi d’arma da fuoco contro il trentenne, attinto in più parti – anche vitali – del corpo.

La vittima, alle prime ore del 18 dicembre, si presentava presso il pronto soccorso di un ospedale di Palermo, dove veniva ricoverato e sottoposto alle cure del caso.

 

Tag:
Cultura
di Renzo Botindari

Musica e Qualità di Vita

Oggi questa città ha più teatri “aperti”, ma nessuno di questi è dotato di una agibilità definitiva per il pubblico spettacolo, nell’attesa di lavori che comportano serie risorse dedicate e destinate alla loro messa in sicurezza. La musica, gli spettacoli meritano e necessitano di spazi propri sia per apprezzarne in pieno la qualità, sia per garantire quella trascurata dalle nostre parti “qualità di vita”, diritto di tutti.