Palermo, Bonanno (DB): "Un anno di restringimento in via Crispi, Orlando si dimetta" | VIDEO :ilSicilia.it

Palermo, Bonanno (DB): “Un anno di restringimento in via Crispi, Orlando si dimetta” | VIDEO

di
8 Maggio 2020

Guarda il video in alto

E’ passato un anno da quando in via Crispi, a Palermo, è stato aperto il cantiere nel sottopassaggio comportando un  restringimento di una delle due carreggiate.

Siamo venuti in via Crispi per festeggiare il primo compleanno di una delle vergogne della nostra città. Un restringimento di carreggiata che dura ormai da un anno, in una delle più importanti arterie della città. Palermo è una città abbandonata e questo ne è l’esempio lampante” queste le parole di Domenico Bonanno, fondatore del laboratorio politico e culturale ‘Tocca a Noi‘ e componente della direzione regionale di Diventerà Bellissima che commenta l’affissione di un cartello di protesta sulla recinzione che segnala il restringimento della carreggiata nel sottopassaggio di via Crispi.

Le restrizioni alla mobilità delle scorse settimane potevano essere l’occasione perfetta per interventi simili, invece nulla è stato fatto. I cittadini sono stanchi e ormai quasi rassegnati ad incuria, inefficienze e disservizi. Un sindaco ed una giunta dormienti, sordi alle esigenze della gente. Se al sindaco e ai suoi collaboratori sono venute meno energie e motivazioni, meglio che rassegnino le dimissioni. Qualcuno li svegli dal loro sonno profondo, prima che per la nostra città sia troppo tardi“, conclude Bonanno.

 

© Riproduzione Riservata
Tag:
Alpha Tauri
di Redazione

Dalle 700 bare ai Rotoli alla vita eterna!

Il progetto del cimitero da realizzare a Ciaculli risale al 2007, ben 13 anni or sono. Nel 2012 viene inserito nel piano triennale delle opere pubbliche del comune di Palermo, ma senza un euro di finanziamento
Politica
di Elio Sanfilippo

La politica, la storia e l’entusiasmo di zio Emanuele

Ci sarà tempo per ricordare la figura di Emanuele Macaluso, il suo impegno politico per liberare dal bisogno e dalla sofferenza la gente più povera e indifesa, migliorare le condizioni di vita dei lavoratori, tutelando diritti e dignità

In ricordo del Gattopardo: un romanzo che ci aiutò a capire la Sicilia e i siciliani

L’11 novembre 1958, usciva per i tipi della casa editrice Feltrinelli, Il Gattopardo, capolavoro e unico romanzo di Giuseppe Tomasi principe di Lampedusa. Il successo editoriale, in parte inaspettato, fu eccezionale, le edizioni si susseguirono una dopo l’altra con un ritmo che si riscontra in pochissimi casi per quanto riguarda il nostro panorama editoriale
Blog
di Giovanna Di Marco

Lidliota. E non è un romanzo

Ora mi chiedo come ci siamo ridotti se davvero su internet vanno a ruba le scarpe vendute alla Lidl a prezzi esorbitanti, perché pare che
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin