Palermo Calcio a 5: il 2020 inizia male, solo pari contro il Real Phoenix :ilSicilia.it
Palermo

UN SOLO PUNTO IN DUE PARTITE

Palermo Calcio a 5: il 2020 inizia male, solo pari contro il Real Phoenix

14 Gennaio 2020

Un avvio di 2020 non propriamente fortunato per il Palermo Calcio a 5, bloccato sul pari dal Real Phoenix. Dopo la sconfitta contro il Mistral Carini, i rosanero non vanno oltre un roboante 3-3, frutto di una gara a due facce.

In virtù di questo pareggio e della contemporanea vittoria del Palermo Futsal Eightyniner, gli uomini di mister Zapparata perdono la testa della classifica del girone A.

LA PARTITA

Contro il Real Phoenix il Palermo inizia a fare la sua partita, creando la consueta mole di gioco ma è il Real Phoenix a passare in vantaggio, approfittando di un maldestro disimpegno difensivo dei rosanero.

Nella ripresa, il Palermo Calcio a 5 si sbilancia in cerca del pari, ma subisce addirittura il 2-0 su una ripartenza letale di Anselmo che, con una conclusione chirurgica, beffa Costanzo.

I rosa però non si danno per vinti e trascinati da un monumentale Messeri, ribaltano la partita. Sette minuti di fuoco del capitano palermitano, che realizza una tripletta micidiale che sembra chiudere la partita. Ma è proprio all’ultimo respiro che i padroni di casa trovano il pari definitivo.

Il Real schiera il portiere di movimento, cercando il tutto per tutto ed aumentando il pressing sui difensori rosanero. Ed è su un altro disimpegno sbagliato della retroguardia rosanero che arriva il definitivo 3-3. Un rimpallo sfortunato, dopo la conclusione di Sciacca, basta per battere Costanzo e bloccare così la partita sul pari.

I rosanero adesso dovranno proiettarsi anima e corpo al prossimo impegno di Coppa Sicilia contro l’Olimpia Casteldaccia, capolista del girone B di serie C2.

Tag:
Cultura
di Renzo Botindari

Musica e Qualità di Vita

Oggi questa città ha più teatri “aperti”, ma nessuno di questi è dotato di una agibilità definitiva per il pubblico spettacolo, nell’attesa di lavori che comportano serie risorse dedicate e destinate alla loro messa in sicurezza. La musica, gli spettacoli meritano e necessitano di spazi propri sia per apprezzarne in pieno la qualità, sia per garantire quella trascurata dalle nostre parti “qualità di vita”, diritto di tutti.