Palermo calcio: "Accordo raggiunto per il closing". Entro il 30 giugno il passaggio di proprietà :ilSicilia.it
Palermo

Il club passerà da Maurizio Zamparini a Paul Baccaglini

Palermo calcio: “Accordo raggiunto per il closing”. Entro il 30 giugno il passaggio di proprietà da Zamparini a Baccaglini

di
20 Giugno 2017

E’ stato raggiunto l’accordo per il passaggio delle quote del Palermo Calcio da Maurizio Zamparini alla YW&F, la società londinese indicata dal presidente Paul Baccaglini. Arrivato il closing, entro il 30 giugno avverrà il passaggio di proprietà. Lo si apprende dalla società.

Il club di viale del Fante ha ufficializzato il closing con una nota: “In data odierna si sono incontrati il presidente del Palermo Calcio Paul Baccaglini e l’attuale proprietario Maurizio Zamparini ed insieme hanno ratificato l’accordo in essere da tempo, in quanto con loro soddisfazione sono finiti in maniera positiva i controlli relativi alla due diligence bancaria”.

A breve saranno ingaggiati allenatore e direttore sportivo per iniziare la stagione 2017/2018.

© Riproduzione Riservata
Tag:
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Cosa succederà dopo Orlando?

Un articolo di Maurizio Zoppi per IlSicilia.it ha sollevato un problema molto importante per la città di Palermo. Chi sarà il successore di Orlando e, soprattutto, che succederà dopo Orlando?
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Mafia e antimafia

Dovendo parlare di mafia ed antimafia non si può non andare con la mente al 10 gennaio 1987 allorquando Leonardo Sciascia rilasciò una intervista al Corriere della Sera parlando di professionisti dell’antimafia
Wanted
di Ludovico Gippetto

L’archeologia del “Do not cross” come tutela

Rubare nei siti archeologici è gravissimo. Un argomento molto caro all’archeologo Sebastiano Tusa, fermo sostenitore del principio del "Do not cross". Dove gli oggetti antichi vanno guardati ma non decontestualizzati rispetto all’ambiente di provenienza.
CapitaleMessina
di Gianfranco Salmeri

Dopo la pandemia non sarà mai come prima

Dopo una crisi così devastante come quella che stiamo superando, le cose non potranno tornare mai come prima, e non è neanche bene che ciò avvenga. Una riflessione sulla fase 2 dell'emergenza coronavirus di Gianfranco Salmeri.