Palermo calcio, azionariato popolare: il "Comitato per la rinascita rosanero" c'è :ilSicilia.it
Palermo

OBIETTIVO: AIUTARE la squadra NELLA LOTTA per la PROMOZIONE

Palermo calcio, azionariato popolare: il “Comitato per la rinascita rosanero” c’è

28 Luglio 2019

Sul fronte Palermo calcio continua a tenere banco il tema dell’azionariato popolare.

Il supporter trust, come è ribattezzato nell’ambiente normativo anglosassone, è uno strumento che rende possibile la partecipazione attiva della tifoseria nelle dinamiche societarie attraverso la creazione di una board, ovvero un’associazione senza scopo di lucro la cui finalità sociale è quella di rilevare parte o la totalità delle quote di una società sportiva.

Il “Comitato per la rinascita rosanero“, progetto nato a seguito della mancata iscrizione dell’U.S. Città di Palermo al campionato di Serie B, si è riproposto di rendersi parte attiva alle dinamiche del Palermo calcio che verrà, ovvero quello di marca Dario Mirri – Tony Di Piazza.

ninni-terminelliNinni Terminelli, fondatore del Comitato, ci ha parlato dei futuri progetti di collaborazione con la società rosanero: “Stiamo valutando tre ipotesi, anche se attendiamo il 29 luglio per decidere come muoverci“. L’obiettivo del gruppo è comunque quello di aiutare il Palermo calcio nella sua difficile risalita nel calcio professionistico.

A tal proposito, il Comitato sta valutando diverse opzioni, fra le quali figurano: la creazione di una board per acquistare le azioni del Palermo calcio, ovvero una forma di supporter trust riconducibile al c.d. “supporters buyout“; l’utilizzo di strumenti innovativi per contribuire al processo di ricostruzione societaria (fra le opzioni si valuta l’utilizzo dell’equity crowdfunding, come nel caso del Pordenone); ed infine una campagna per riempire il Renzo Barbera fino al sold out, con l’acquisto di stock veri e propri di abbonamenti, da girare poi alla popolazione o al mondo dell’associazionismo”.

Su questo ultimo punto, Terminelli tiene a precisare che “ci sono diversi imprenditori che guardano positivamente al progetto“.  Il Comitato è composto, fra gli altri, dagli avvocati Monica Catalano, Dario Gallo, Lorenzo Marchese, e dalla giornalista, Cettina Pelliteri. Inoltre il gruppo, capitanato appunto da Terminelli, può contare sull’appoggio di un gruppo Facebook dall’ampia diffusione popolare. Dopo il 29 luglio, giorno in cui il Palermo calcio dovrebbe ultimare l’iscrizione in Serie D, il Comitato si riunirà e prenderà una decisione sul da farsi.

Tag:
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

L’Indivia e l’Invidia?

Ricordate ognuno è ciò di cui si circonda, se ci si circonda del nulla e se si dà spazio al nulla è perché per primi non si crede nel nostro valore e tutto questo credetemi non potrà durare, si ci vorrà ancora del tempo, ma questo “giorno della marmotta finirà”.
LiberiNobili
di Laura Valenti

Caino e Abele

L’odio tra fratelli genera nei genitori un forte dispiacere. Si chiedono: “dove abbiamo sbagliato?”. Trovare il colpevole non serve a risolvere la questione. Provate a studiare una soluzione di compromesso e, se non trovate terreno fertile, considerate le ragioni divine di questo impasse.
Sanità in Sicilia
di Salvatore Corrao

Cos’è la Medicina interna e perché può essere una risorsa per il Sistema sanitario nazionale

Un grande maestro il professore Giacinto Viola scriveva sul suo trattato di Medicina Interna del 1933: “in Clinica tutto è improvvisazione, caso per caso, e gli ammalati così diversi sempre, anche quando hanno la stessa malattia, sono poi così mobili nei loro sintomi e fatti obiettivi, che spesso ciò che di essi si dice alla sera non è più vero al mattino”. 
Wanted
di Ludovico Gippetto

“I vestiti nuovi” della dea di Morgantina

Il caso della famigerata dea di Morgantina, ritornata in Sicilia nel 2011 dopo una lunga trattativa con uno dei più grandi musei del pianeta: il J. Paul Getty Trust di Malibu, in California.
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Il 25 aprile festa della libertà tra memoria e impegno

Anche quest’anno la ricorrenza del 25 aprile non è immune da polemiche insulse e pretestuose che puntano a delegittimare e a ridimensionare la portata storica di quel straordinario avvenimento che fu la Resistenza, quel grande movimento di popolo che restituì agli italiani la libertà e cancellò la vergognosa pagina del fascismo.