21 Agosto 2019 - Ultimo aggiornamento alle 10.25

Palermo Calcio, cosa cambia dopo la sentenza della Cassazione?

22 Maggio 2019

Alla vigilia della sentenza della Corte Federale d’Appello che deciderà il destino del Palermo, arriva la chiusura del filone della giustizia ordinaria. La Corte di Cassazione ha assolto il Palermo Calcio per il caso dell’operazione Mepal – Alyssa sul marchio. Secondo quanto deciso dalla Corte di Cassazione, l’operazione condotta dalla società di viale del Fante è regolare e non già fittizia, come aveva sostenuto l’accusa.

La domanda che i tifosi rosanero si pongono è quindi: cosa cambia adesso per il Palermo calcio in termini di giustizia sportiva?

La risposta è semplice: potrebbe non cambiare nulla. L’ordinamento sportivo è difatti autonomo rispetto a quello ordinario, secondo quanto previsto dalla legge 280/2003. In poche parole la giustizia sportiva decide autonomamente rispetto a quella statale, con proprie leggi e fattispecie correlate.

Certamente l’ordinamento sportivo si pone in continuità rispetto a quello statale, essendo i suoi soggetti comunque sottoposti alle leggi dello Stato, ma ha una sua autonomia. Inoltre il nostro sistema giudiziario è di c.d. civil law, ovvero un sistema in cui la giurisprudenza non è una fonte del diritto, il che lascia i giudici liberi di decidere caso per caso.

Stadio Renzo Barbera PalermoDi sicuro l’apparato legale del Palermo farà pesare, come elemento a proprio favore, la sentenza della Corte di Cassazione, il che potrebbe portare ad una riduzione di pena o all’assoluzione se i legali rosanero riuscissero a dimostrare, attraverso la sentenza della giustizia ordinaria, che il falso in bilancio imputato ai rosanero non sussisterebbe.

Nei giorni scorsi, la società di viale del Fante ha condotto alcune mosse al fine di dimostrare la propria solidità economica, fra cui figura anche l’aumento di capitale di cinque milioni su Sporting Network, controllante del Palermo calcio. La società rosanero sta facendo di tutto per dimostrare la propria innocenza rispetto alla giustizia sportiva.

Nel mentre i tifosi rosanero si apprestano a partire alla volta di Roma per far sentire la propria voce sotto i palazzi della governance del calcio. Basterà tutto questo a salvare il Palermo dal suo atroce destino?

Tag:
LiberiNobili
di Laura Valenti

Le regole sono fatte per essere eseguite ma anche trasgredite

I piccoli devono, prima di tutto, acquisire la fiducia e la capacità di affidarsi, senza condizioni, ai genitori, anche se rimane un loro sacro e santo diritto essere resi consapevoli dei perché sì e no. I bambini non si trattano da idioti o con eccessive espressioni onomatopeiche, a meno che non si scherzi e giochi.
Wanted
di Ludovico Gippetto

“I vestiti nuovi” della dea di Morgantina

Il caso della famigerata dea di Morgantina, ritornata in Sicilia nel 2011 dopo una lunga trattativa con uno dei più grandi musei del pianeta: il J. Paul Getty Trust di Malibu, in California.
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Il 25 aprile festa della libertà tra memoria e impegno

Anche quest’anno la ricorrenza del 25 aprile non è immune da polemiche insulse e pretestuose che puntano a delegittimare e a ridimensionare la portata storica di quel straordinario avvenimento che fu la Resistenza, quel grande movimento di popolo che restituì agli italiani la libertà e cancellò la vergognosa pagina del fascismo.