Palermo calcio e Regione firmano il protocollo d'intesa per i giovani | Videointerviste :ilSicilia.it
Palermo

SI ATTENDE LA RIUNIONE PER IL CENTRO SPORTIVO

Palermo calcio e Regione firmano il protocollo d’intesa per i giovani | Videointerviste

28 Gennaio 2020

GUARDA IL VIDEO IN ALTO

Un collegamento fra lo sport e il territorio, legati e riuniti dall’attenzione verso i giovani e il nuovo che avanza. Questo è l’obiettivo del protocollo d’intesa sottoscritto fra l’Ufficio Scolastico Regionale, il MIUR e la Palermo Calcio.

Da sinistra a destra: Francesco Vaccaro, Mattia Felici, Rinaldo Sagramola, Roberto Lagalla e Giovanni Caramazza

Sono intervenuti l’assessore Roberto Lagalla, l’AD della società rosanero Rinaldo Sagramola, i giocatori Mattia Felici e Francesco Vaccaro e, in rappresentanza dell’USR, Giovanni Caramazza.

L’iniziativa porta avanti il progetto “Kick Off Giovani“. A partire da questa domenica e i prossimi sei mesi, gli studenti degli istituti scolastici aderenti all’iniziativa potranno accedere gratuitamente al Renzo Barbera.

Un’idea che si muove nell’ottica di un collegamento con il territorio, come già fatto nell’accordo con la Curia palermitana.

L’iniziativa mira a creare un network tra il mondo della scuola e quello del calcio, realizzando azioni dirette a contrastare fenomeni di discriminazione e a sostenere le associazioni impegnate a favorire il reinserimento sociale dei giovani a rischio emarginazione.

LE VOCI DEI PROTAGONISTI

Soddisfatto del successo dell’accordo l’assessore all’Istruzione e alla Formazione professonale, Roberto Lagalla.

Roberto Lagalla

L’azione del governo Musumeci, questa volta, parla ai giovani attraverso lo sport. Grazie alla firma di questo protocollo – spiega Lagalla – intendiamo incentivare il rapporto tra il sistema dell’istruzione ed il mondo agonistico, valorizzando lo sport come strumento dell’azione educativa per alimentare importanti processi di integrazione ed inclusione dei soggetti svantaggiati in età scolastica e a rischio emarginazione.

Sulla stessa linea si pone Giovanni Caramazza. “Coinvolgeremo circa seicento studenti invitandoli allo stadio durante le partiteI giocatori avranno modo di dialogare direttamente con loro raggiungendoli in classe e organizzando iniziative ed appuntamenti settimanali. Sono certo che sarà per loro un momento molto positivo di confronto e di crescita educativa“.

SAGRAMOLA E IL CENTRO SPORTIVO

All’interno del progetto saranno organizzati eventi sportivi, giornate di incontro, mostre fotografiche e contest.

La società di Dario Mirri e Tony Di Piazza metterà a disposizione i propri tesserati per il coinvolgimento e la sensibilizzazione dei giovani in condizioni svantaggiate.

Rinaldo Sagramola

Grazie all’impegno ed a una sana competizione si possono raggiungere ottimi risultati – dichiara Sagramola – attraverso questo protocollo con l’USR e la Regione Siciliana avremo la possibilità di portare la nostra testimonianza all’interno delle scuole siciliane e per noi non può che essere motivo di grande orgoglio“.

Giovani, territorio e sport, si diceva. Un connubio rintracciabile non solo nella realizzazione di questo protocollo ma anche nel progetto del centro sportivo.

Così, a pochi giorni dalla riunione in assessorato Territorio e Ambiente, l’amministratore delegato del Palermo calcio è intervenuto sullo stato dei tavoli regionali. “Per quanto riguarda gli altri argomenti, abbiamo altri appuntamenti. Uno è in calendario è il 30 a Palazzo d’Orleans con l’assessore Territorio e Ambiente. Abbiamo fatto un sopralluogo nell’area alternativa all’ex campo Rom che ci aveva proposto la Sopraintendenza. Anche di quello parleremo il 30“.

SAVOIA E PERGOLIZZI

L’AD rosanero ha chiosato sugli haters che hanno offeso sui social il tecnico Rosario Pergolizzi. “Si è andati un po oltre perché si possono avere opinioni diverse, ma c’è modo e modo di esprimerle. Poi, mi sembra fondamentalmente ingiusto nei confronti di un tecnico che sta lavorando con grande impegno fin dalla prima giornata“.

Mattia Felici e Francesco Vaccaro

Non è mancato infine un riferimento alla storica querelle sulla contemporaneità delle partite con il Savoia. “Noi vorremmo che si giocasse sempre in contemporanea, anche per azzerare le voci poco simpatiche che accompagna questo differente calendario“.

Abbiamo a che fare con un avversario molto strutturato – sottolinea Sagramola -. Il Savoia è una gran bella squadra, allenata bene. Un avversario temibile, lo ha dimostrato quando è venuta a giocare qui. E’ molto più esperta di noi in questo campionato e lo confermano i risultati ottenuti. Sarà una lotta fino all’ultima giornata”.

Proprio negli ultimi minuti, la società rosanero ha informato che la partita contro la FC Messina verrà svolta domenica alle 15:00.

Tag:
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

Io guardo e rido, in questo momento

Io credevo che il vecchio mondo, i grandi popoli stessi avrebbero condiviso la loro parte migliore per far nascere una Europa grande unica e coesa che desse il meglio di sé stessa e invece alle prime difficoltà serie, abbandonati codici e decimetri, son venute fuori le profonde differenze e gli egoismi.
Come se fosse Antani
di Giovanna Di Marco

“Calati juncu, ca passa la china”

Al famoso termine‘resilienza’, oggi abusato ben oltre il campo d’indagine della psicologia, perché fa trendy ed è dunque omologato e omologante, voglio opporre un proverbio siciliano: “Calati juncu, ca passa la china”, ovvero “Giunco, piegati per fare passare la piena del fiume”
Sanità in Sicilia
di Salvatore Corrao

Covid 19: cosa è bene sapere

Tutti e tre questi virus hanno come serbatoio animale i pipistrelli. Il passaggio delle infezioni virali da animale a uomo sono molto rare ma nel caso dei coronavirus sopra riportati il virus è riuscito a passare nell’essere umano e si è diffuso da persona a persona