Palermo calcio, ecco la lista ufficiale delle cordate partecipanti al bando :ilSicilia.it
Palermo

ENTRO DOMANI LA DECISIONE

Palermo calcio, ecco la lista ufficiale delle cordate partecipanti al bando

23 Luglio 2019

Come preannunciato in una nota ufficiale di oggi pomeriggio, il Comune di Palermo ha appena reso nota la lista delle cordate che hanno presentato la domanda di manifestazione d’interesse per rilevare il titolo sportivo del Palermo calcio. In totale sono arrivate 6 proposte, ovvero:

  1. Palermo FBC 1900 – supporter trust
  2. Hera Hora
  3. Cuore Rosa Nero
  4. Holding Max
  5. Palermo football Club
  6. Zurich Capital fund

Lo staff del sindaco Orlando rende inoltre noto che la prima PEC è arrivata alle 17.55 e l’ultima alle 19.43. Lo staff del Capo di Gabinetto sta facendo le verifiche tecniche formali, per poi inizierà la verifica dei contenuti e della documentazione fornita. Entro domani si dovrebbe sapere il nome della cordata vincitrice, la quale otterrà il titolo sportivo del Palermo calcio che verrà.

Fra le cordate che si sono proposte, non sorprendono i nomi di Zurich Capital Fund, ovvero il fondo anglo-arabo facente capo a Fahed Al Meraabi, e di Herahora, cioè la compagnia del duo Dario Mirri – Tony Di Piazza. Sorprendono invece le altre cordate, fra le quali la Holding Max, facente capo a Massimo Ferrero; Palermo FBC 1900, società legata ad un progetto locale di azionariato popolare stile Phoenix club, al cui vertice vi è Sergio Di Napoli, insieme ad altri quattro soci; Associazione Cuore rosa-nero, appartenente ad una cordata capitanata dal gruppo “Viaggio del Perigeo – Roma“, il cui legale rappresentante è Lucio Messina; ed infine Palermo football club, capitanata dai fratelli Colella, licenziataria dei brand di abbigliamento “Alcott” e “Gutteridge 1878“, appartenente alla società Capri S.r.L. Napoli.

 

VIDEO IN BASSO:

Tag:
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

Io guardo e rido, in questo momento

Io credevo che il vecchio mondo, i grandi popoli stessi avrebbero condiviso la loro parte migliore per far nascere una Europa grande unica e coesa che desse il meglio di sé stessa e invece alle prime difficoltà serie, abbandonati codici e decimetri, son venute fuori le profonde differenze e gli egoismi.
Come se fosse Antani
di Giovanna Di Marco

“Calati juncu, ca passa la china”

Al famoso termine‘resilienza’, oggi abusato ben oltre il campo d’indagine della psicologia, perché fa trendy ed è dunque omologato e omologante, voglio opporre un proverbio siciliano: “Calati juncu, ca passa la china”, ovvero “Giunco, piegati per fare passare la piena del fiume”
Sanità in Sicilia
di Salvatore Corrao

Covid 19: cosa è bene sapere

Tutti e tre questi virus hanno come serbatoio animale i pipistrelli. Il passaggio delle infezioni virali da animale a uomo sono molto rare ma nel caso dei coronavirus sopra riportati il virus è riuscito a passare nell’essere umano e si è diffuso da persona a persona