Palermo calcio, il messaggio dei tifosi: "Oltre la categoria" | FOTO :ilSicilia.it
Palermo

INIZIATIVA DELLA CURVA NORD INFERIORE

Palermo calcio, il messaggio dei tifosi: “Oltre la categoria” | FOTO

13 Luglio 2019
'
'
'
'
'
'

Il 12 luglio 2019 verrà ricordato come il giorno che ha determinato lamorte calcistica” dell’U.S. Città di Palermo. Al di là dei ricorsi presentati da Arkus, il destino della società di viale del Fante sembra essere segnato.

La Serie D attende i tifosi rosanero, i quali però non si sono lasciati scoraggiare dalle difficoltà.

Nella notte più buia dal fallimento del lontano 1986, i tifosi rosanero hanno già la testa alla prossima stagione. La Curva Nord Inferiore ha appeso alcuni striscioni in diversi punti strategici della città (Mondello, Politeama, ecc.) riportanti tutti la stessa scritta: “oltre la categoria“.

Un messaggio semplice ma importante, ovvero non abbandonare il Palermo calcio al proprio destino. Si ripartirà con il titolo sportivo del 1986, in attesa di capire che fine farà quello dell’U.S. Città di Palermo.

Appare certo che si giocherà al Renzo Barbera, inizialmente magari con l’apertura di un solo anello. Dopo anni di polemiche e di dissidi, a Palermo è necessario ricostruire un senso di appartenenza forte, affiancato ad un entusiasmo che da troppo tempo manca in città.

Ieri è stato presentato il bando del Palermo calcio che verrà, il quale potrebbe essere aperto all’azionariato popolare. Il sindaco di Palermo, Leoluca Orlando, ha chiarito che l’azionariato popolare è un requisito opzionale ma il cui scopo è quello di fornire maggiore chiarezza e trasparenza fra società e tifosi. Sono tante le realtà italiane che si stanno aprendo a questo fenomeno, già fortemente presente in Germania ed in Inghilterra, come ad esempio il Pordenone.

Fondamentale in questo senso sarà la nomina del futuro SLO (Supporter Officer Liaison), detto in termini più profani il rappresentante dei tifosi. A domanda sul tema SLO, il sindaco Leoluca Orlando ha chiarito che: “La cosa fondamentale è di attribuire al sindaco compiti che non possiede – segue – il senso dell’azionariato popolare è quello di consentire alla tifoseria di partecipare. Poi il rappresentante dell’azionariato popolare, verrà stabilito dall’azionariato popolare. Ho sempre evitato di entrare nelle dialettica della tifoseria perchè io ho un dovere istituzionale“. Saranno quindi i tifosi a dover scegliere, in caso di azionariato popolare, una figura che li possa rappresentare al meglio.

Tag:
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

Sembra facile?

"A volte sentire parlare la massa ti mette nelle condizioni di dover contare fino ad un milione per non esplodere in violente risposte davanti a palesi affermazioni ipocrite o davanti alle omissioni". Dal blog Epruno, di Renzo Botindari
LiberiNobili
di Laura Valenti

Caino e Abele

L’odio tra fratelli genera nei genitori un forte dispiacere. Si chiedono: “dove abbiamo sbagliato?”. Trovare il colpevole non serve a risolvere la questione. Provate a studiare una soluzione di compromesso e, se non trovate terreno fertile, considerate le ragioni divine di questo impasse.
Sanità in Sicilia
di Salvatore Corrao

Cos’è la Medicina interna e perché può essere una risorsa per il Sistema sanitario nazionale

Un grande maestro il professore Giacinto Viola scriveva sul suo trattato di Medicina Interna del 1933: “in Clinica tutto è improvvisazione, caso per caso, e gli ammalati così diversi sempre, anche quando hanno la stessa malattia, sono poi così mobili nei loro sintomi e fatti obiettivi, che spesso ciò che di essi si dice alla sera non è più vero al mattino”. 
Wanted
di Ludovico Gippetto

“I vestiti nuovi” della dea di Morgantina

Il caso della famigerata dea di Morgantina, ritornata in Sicilia nel 2011 dopo una lunga trattativa con uno dei più grandi musei del pianeta: il J. Paul Getty Trust di Malibu, in California.
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Il 25 aprile festa della libertà tra memoria e impegno

Anche quest’anno la ricorrenza del 25 aprile non è immune da polemiche insulse e pretestuose che puntano a delegittimare e a ridimensionare la portata storica di quel straordinario avvenimento che fu la Resistenza, quel grande movimento di popolo che restituì agli italiani la libertà e cancellò la vergognosa pagina del fascismo.