Palermo Calcio: il sindaco Orlando presenta il bando. Ecco i requisiti | VIDEO :ilSicilia.it
Palermo

IL PRIMO CITTADINO DEFINISCE I REQUISITI

Palermo Calcio: il sindaco Orlando presenta il bando. Ecco i requisiti | VIDEO

di
12 Luglio 2019

GUARDA IL VIDEO IN ALTO

Si è tenuta alle 11.00, presso i locali del Comune di Palermo in Piazza Pretoria, la presentazione del bando per presentare la manifestazione d’interesse al fine di rilevare le quote del Palermo Calcio.

Entro la fine della giornata dovrebbe arrivare l’ufficialità, da parte del Consiglio Federale della FIGC, della definitiva esclusione del Palermo calcio dal prossimo campionato di Serie B.

La COVISOC ha infatti respinto il ricorso presentato dai vertici di Arkus, ovvero dall’attuale proprietà rosanero capitanata da Salvatore Tuttolomondo e soci. Come previsto, le chance di successo del ricorso erano praticamente nulle e quindi il Palermo calcio ricomincerà nella prossima stagione dal mondo del dilettantismo.

Guarnotta, Orlando, Vizzini, SusinnoIl titolo sportivo quindi tornerà nelle mani del sindaco di Palermo, Leoluca Orlando, che da oggi in poi potrà cercare una nuova proprietà per la società sportiva del capoluogo siciliano.

Con riguardo ai requisiti previsti dal bando, il sindaco Orlando ha definito i requisiti per partecipare al bando, il quale si chiuderà entro le ore 20:00 del 23 Luglio. Con riguardo agli stessi, saranno chiesti i dati sociali della futura società controllante; i dati anagrafici dei soci e i requisiti per l’entrata di soci futuri; un piano triennale manageriale per rientrare in Serie B; un piano per il settore giovanile e per il calcio femminile; infine saranno previste delle dichiarazioni di onorabilità dei soci.

Saranno inoltre previsti alcuni requisiti opzionali, fra i quali la previsione di un 10% delle quote societarie da predisporre in azionariato popolare, al fine di coinvolgere i tifosi, e le modalità di coinvolgimento dell’amministrazione comunale nel futuro piano societario.

Per quanto riguarda le cordate che potrebbero presentare la propria manifestazione d’interesse, si registra l’uscita di scena, anche se parziale, di Tommaso Dragotto.

Il leader di Sicily By Car ha fatto sapere che, a causa di alcuni misunderstanding con l’attuale sindaco di Palermo, Leoluca Orlando, non parteciperà al bando. Tuttavia l’imprenditore palermitano potrebbe sostenere qualche cordata partecipante, tra le quali quella di Dario Mirri, primo a manifestare un reale interesse di acquisizione del club rosanero. Al fianco di Mirri corrono grossi nomi, fra i quali quelli di Frank Di Piazza e quello di Massimo Ferrero, il quale ha intenzione di fondare anche un settore femminile da affiancare alla palermitana Pamela Conti. Al fianco di queste cordate, rimane nell’ombra ancora la cordata cinese.

Ma il tempo delle chiacchere è finito. Ora è il tempo di proporre un progetto serio e una solidità economica tale da sostenere la squadra della quinta città d’Italia. Vedremo gli sviluppi della vicenda nei prossimi giorni.

 

© Riproduzione Riservata
Tag:

Blog

di Renzo Botindari

La Cosa Giusta

Il mio mondo è pieno di individui che hanno preso le scorciatoie e che con la loro scarsa morale minano alla base giornalmente i nostri principi essendo esempio di una classe vincente

Rosso di sera

di Elio Sanfilippo

Fine del Referendum?

Il voto delle amministrative del 12 giugno, i suoi risultati, con l’esultanza dei vincitori e la delusione degli sconfitti con il carico di polemiche e di recriminazioni, ha messo in ombra fino alla sua rimozione

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Remake e Reboot: un fenomeno in crescita

Non è certo un fenomeno nuovo, ma negli ultimi anni con l'avvento delle piattaforme streaming e il conseguente aumento della produzione di serie tv, i remake e i reboot ( in italiano rifacimento e riavvio) sono diventati molto frequenti. La differenza tra i due termini è sostanziale:

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Vota e fai votare…. ma pensa con la tua testa

Vi ricordate quando, parliamo anni 60 e 70 , durante il periodo elettorale,  passavano per i quartieri le vecchie Fiat 600 con il megafono montato nel portabagagli sul tetto e gridavano con voce decisa, vota e fai votare Pinuccio Tal dei tali, per il tuo futuro , per il futuro dei tuoi figli, per il lavoro

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Il colpo di mano sull’autonomia differenziata

Subdolamente con un inserimento nella legge di bilancio sta passando l’autonomia differenziata. Si tratta di un collegato alla legge di bilancio fatto passare nella notte che sta riportando il tema dell’autonomia in corsa per essere approvato.