Palermo Calcio: la CNI scende in piazza, si apre il caso stadio :ilSicilia.it
Palermo

IL BARBERA HA BISOGNO DI MANUTENZIONE

Palermo Calcio: la CNI scende in piazza, si apre il caso stadio

di
26 Luglio 2019

Il nuovo Palermo targato Dario Mirri – Tony Di Piazza inizia a prendere forma sotto le ali dell’entusiasmo. L’aquila rosanero è quindi pronta a rialzarsi, sotto la spinta dei propri tifosi, vogliosi di ricominciare a tifare e a parlare di calcio giocato. Sotto questo spirito, venerdì 2 agosto alle ore 21.00 è in programma una manifestazione indetta dalla Curva Nord Inferiore al fine di dare sostegno alla nuova società del Palermo calcio e per dare un taglio definitivo al passato. Il raduno è previsto in Piazza Castelnuovo.

Ora più che mai è giunto il tempo di rivendicare il senso di appartenenza alla città e al suo storico nome“. Così cita parte del comunicato con cui i ragazzi della CNI invitano la cittadinanza scendere in piazza, sfoggiando la propria maglia rosanero. Una manifestazione voluta per rigenerare quel contatto fra società sportiva e tifosi che si è perso da tanto, troppo tempo.

Intanto Dario Mirri e soci si trovano ad affrontare gli strascichi del passato. Come è possibile visionare in foto, il manto erboso dello stadio Renzo Barbera è in condizioni pietose, a poco più di un mese dall’inizio del campionato di Serie D. Il sindaco di Palermo, Leoluca Orlando, ha chiesto formalmente ai vertici di Arkus di restituire le chiavi dello stadio, mettendosi quindi da parte.

Tuttavia il direttivo dell’U.S. Città di Palermo ha fatto sapere che, non essendo ancora state espletate tutte le strade offerte dalla giustizia sportiva, l’attuale società non cederà facilmente in passato. Ovviamente da parte sua, il sindaco di Palermo sta mettendo in campo tutti gli strumenti a sua disposizione per prendere celermente possesso dell’impianto cittadino.

Anche il primo cittadino ha capito che bisogna dare un taglio netto al passato, quel passato che ci ha trascinato nei meandri del calcio di provincia, da cui bisognerà uscire al più presto. Il sindaco lo sa, l’attuale società lo sa, i tifosi lo sanno: la stagione che ci attende sarà dura e bisogna prepararla al meglio, nei limiti del tempo e delle risorse a disposizione.

 

© Riproduzione Riservata
Tag:

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Merchandising: Fenomeno planetario, dove acquistare

Il mio primo acquisto di un articolo legato ad una serie tv o ad una saga cinematografica è avvenuto due decenni fa quando, trovandomi a Bologna a passare il capodanno da amici, andai a visitare un negozio del quale avevo sentito parlare tra gli appassionati di fantascienza.

Wanted

di Ludovico Gippetto

Nudité: una mostra fotografica che custodisce memorie altre

Si inaugura a Ragusa la mostra fotografica "Nudité - Il Giardino di Afrodite" a cura di Giuseppe Nuccio Iacono. La collettiva nasce dal lavoro del 1° Seminario della fotografia di Nudo nell’ottobre del 2019, in collaborazione con il Festival europeo del Nudo di Arles (Francia).

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Il colpo di mano sull’autonomia differenziata

Subdolamente con un inserimento nella legge di bilancio sta passando l’autonomia differenziata. Si tratta di un collegato alla legge di bilancio fatto passare nella notte che sta riportando il tema dell’autonomia in corsa per essere approvato.
Banner Telegram

Rosso di sera

di Elio Sanfilippo

Aldo Rizzo: una risorsa sprecata

Nei giorni scorsi abbiamo appreso la triste notizia della scomparsa di Aldo Rizzo conosciuto e apprezzato prima come magistrato e poi come politico e amministratore pubblico.

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Una politica con troppi Capi e pochi Leader

Sono giorni frenetici per la politica nazionale e siciliana. Iniziano assemblee, vertici e riunioni dei partiti per discutere le migliori strategie, per non perdere posizioni e leadership nelle varie coalizioni. Ma tutto ciò serve veramente a qualcosa?

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.

Segreti e non misteri

di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin