Palermo calcio. Mancato versamento Iva, indagato Zamparini :ilSicilia.it
Palermo

Indagine subito chiusa, dice il legale del Palermo, Enrico Sanseverino

Palermo calcio. Mancato versamento Iva, indagato Zamparini

19 Giugno 2017

Nelle casse del Palermo Calcio non ci sarebbe un buco di decine di euro, ma solo un debito con il fisco pari a 1,8 milioni – già rateizzato dall’Agenzia delle entrate – per il mancato versamento dell’Iva.

Il proprietario della società, Maurizio Zamparini, è indagato per il reato previsto dall’art. 10 del decreto legislativo 74 del 2000. Il reato si estinguerà quando il pagamento sarà concluso. Dal fascicolo sul mancato versamento Iva nel 2014 e 2015 sarebbe nata l’indagine conoscitiva della Procura sui conti del Palermo. Indagine subito chiusa, dice il legale del Palermo Enrico Sanseverino, quando è stata consegnata la certificazione sulla rateizzazione del pagamento.

 

Intanto, sul fronte del “closing“, potrebbe essere oggi il giorno della verità per il Palermo. Ormai da oltre un mese e mezzo si attende la chiusura della trattativa con Paul Baccaglini, per il passaggio di proprietà ufficiale della società calcistica rosanero alla YW&F, la cordata anglo-americana che si sarebbe fatta avanti per rilevare il club. L’ultimatum è stato fissato da Zamparini, stanco, come i tifosi, di attendere notizie e impaziente di organizzare il lavoro per la prossima stagione.

Non sono ancora stati scelti il direttore sportivo e il tecnico (si parla di Marcello Carli come ds e Massimo Oddo come allenatore) e anche il ritiro è in alto mare. La sensazione è che, se l’affare non si dovesse chiudere nelle prossime ore, Zamparini potrebbe ripensarci e andare avanti da solo.

Tag:
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

Io guardo e rido, in questo momento

Io credevo che il vecchio mondo, i grandi popoli stessi avrebbero condiviso la loro parte migliore per far nascere una Europa grande unica e coesa che desse il meglio di sé stessa e invece alle prime difficoltà serie, abbandonati codici e decimetri, son venute fuori le profonde differenze e gli egoismi.
Come se fosse Antani
di Giovanna Di Marco

“Calati juncu, ca passa la china”

Al famoso termine‘resilienza’, oggi abusato ben oltre il campo d’indagine della psicologia, perché fa trendy ed è dunque omologato e omologante, voglio opporre un proverbio siciliano: “Calati juncu, ca passa la china”, ovvero “Giunco, piegati per fare passare la piena del fiume”
Sanità in Sicilia
di Salvatore Corrao

Covid 19: cosa è bene sapere

Tutti e tre questi virus hanno come serbatoio animale i pipistrelli. Il passaggio delle infezioni virali da animale a uomo sono molto rare ma nel caso dei coronavirus sopra riportati il virus è riuscito a passare nell’essere umano e si è diffuso da persona a persona