Palermo calcio, Mirri: "Vecchio logo patrimonio della società" | Video :ilSicilia.it
Palermo

DALLA PROSSIMA SETTIMANA PARTE L'OPERAZIONE "POLISPORTIVA"

Palermo calcio, Mirri: “Vecchio logo patrimonio della società” | Video

di
22 Ottobre 2019

GUARDA IL VIDEO IN ALTO

A margine dell’incontro “Palermo: fra diritto sportivo, FIGC e rinascita“, il presidente della SSD Palermo Dario Mirri, ha rilasciato ai nostri microfoni alcune dichiarazioni riguardanti i futuri progetti societari.

Dario Mirri
Dario Mirri – Foto di Giuseppe Bertolino

Fra questi, il numero uno di viale del Fante batte il ferro sulla questione polisportiva, progetto in cui crede molto e che mira a portare avanti nelle prossime settimane: “E’ un progetto che sta partendo, è fra le iniziative della nuova SSD Palermo mirate a coinvolgere il territorio. E’ un’iniziativa forte, innovativa in quanto l’idea è quella di coinvolgere tutte le realtà sportive della nostra città. L’obiettivo è condividere il nome, i colori e il logo da condividere per iniziative di merchandising e di sponsorizzazione. Può essere lo slancio per quegli sport che hanno assoluta dignità ma che, rispetto al calcio, fanno più faticaLa prossima settimana inizieremo ad incontrare i soggetti interessati e proporremo all’amministrazione comunale questo progetto e vediamo se l’idea potrà essere condivisa. Secondo me è una bella opportunità“.

Il presidente Mirri non chiude la porta al recupero del vecchio marchio, aspettando i futuri sviluppi della vicenda riguardante la vecchia Palermo calcio: “E’ un momento ancora delicato, bisogna avere rispetto delle persone coinvolte in questa triste vicenda (il fallimento del Palermo n.d.r.) e delle istituzioni, la magistratura e il tribunale che stanno facendo le loro considerazione. Posso dire che i cimeli, il logo, ma tante altre cose sono patrimonio della storia della squadra di calcio. Vedremo se e quali saranno le procedure. Aspettiamo i tempi della giustizia“.

L’operazione di recupero del vecchio marchio potrebbe costituire un’operazione interessante anche sotto il profilo economico, visto che la voce “marchi e brevetti” costituisce un importante parte dell’attivo del conto economico delle società sportive di calcio. Questo potrebbe essere un fattore da non sottovalutare visto anche il cambio necessario nella denominazione sociale in caso di promozione in Serie C.

Ricordiamo infatti che la normativa federale prevede che una squadra professionistica debba assumere obbligatoriamente la forma di SpA (società per azioni) o di Srl (società a responsabilità limitata), il che rende obbligatorio un cambiamento rispetto all’attuale forma di SSD, ovvero di società sportiva dilettantistica.

LEGGI ANCHE

A Giurisprudenza il convegno “Palermo: fra diritto sportivo, FIGC e rinascita” | VIDEO

© Riproduzione Riservata
Tag:
Come se fosse Antani
di Giovanna Di Marco

La ddraunàra: i racconti di Silvana Grasso

È disponibile dal 16 luglio La ddraunàra, la raccolta di racconti di Silvana Grasso, a cura di Gandolfo Cascio ed edita da Marsilio che ripubblica così due opere, Nebbie di ddraunàra (Le Tartarughe 1993) e Pazza è la luna (Einaudi 2007).
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

Zio Mariano era Stabile

Lui era di poche parole e ogni sua frase era una sentenza. Le persiane della sua finestra a balcone sono chiuse e sotto c’è soltanto un via vai di gente che si affanna per farsi notare.

I giannizzeri

A partire soprattutto dal 1850, il controllo del territorio in Sicilia diviene sempre più arduo per la gendarmeria borbonica. Gruppi armati dediti al malaffare, bande e banditi, nonostante l’inasprimento delle pene – il ricorso all’esecuzione diretta era prassi ordinaria - percorrevano senza molti contrasti le campagne siciliane e rendevano difficile garantire la sicurezza.
. Rosso & Nero .
di Elio Sanfilippo

Palermo fa acqua da tutte le parti, Orlando cambi tutto o si dimetta

I cittadini sono sommersi dall'immondizia, intere zone trasformate in discariche, lavori stradali che non finiscono mai, servizi pubblici che non funzionano, fino allo scandalo dei cimiteri dove non si capisce perché non si sono avviate le procedure per la costruzione del nuovo cimitero previsto dal piano regolatore.
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Mafia e antimafia

Dovendo parlare di mafia ed antimafia non si può non andare con la mente al 10 gennaio 1987 allorquando Leonardo Sciascia rilasciò una intervista al Corriere della Sera parlando di professionisti dell’antimafia
Wanted
di Ludovico Gippetto

L’archeologia del “Do not cross” come tutela

Rubare nei siti archeologici è gravissimo. Un argomento molto caro all’archeologo Sebastiano Tusa, fermo sostenitore del principio del "Do not cross". Dove gli oggetti antichi vanno guardati ma non decontestualizzati rispetto all’ambiente di provenienza.
CapitaleMessina
di Gianfranco Salmeri

Dopo la pandemia non sarà mai come prima

Dopo una crisi così devastante come quella che stiamo superando, le cose non potranno tornare mai come prima, e non è neanche bene che ciò avvenga. Una riflessione sulla fase 2 dell'emergenza coronavirus di Gianfranco Salmeri.