Palermo: cambia la viabilità in città domenica 8 dicembre :ilSicilia.it
Palermo

due le processioni religiose

Palermo: cambia la viabilità in città domenica 8 dicembre

di
6 Dicembre 2019

Per domenica 8 dicembre, in occasione della festività dell‘Immacolata Concezione, in occasione delle due processioni religiose che si svolgeranno la Polizia Municipale ha diramato il programma sulla viabilità in città.

Una processione partirà da Piazza Pietro Micca, a Boccadifalco. Per quanto riguarda invece la tradizionale processione in centro città, che partirà da Piazza San Francesco, percorrerà via Roma fino a piazza San Domenico, con arrivo in cattedrale e rientro in chiesa, il Servizio Mobilità Urbana ha emesso l’Ordinanza dirigenziale 1379/19.

Dalle 15.30 e fino a cessate esigenze, verrà disposta la chiusura al transito veicolare al passaggio, lungo il seguente itinerarioVia Immacolatella, Via Del Parlamento, Via Vittorio Emanuele, Via Roma, Piazza San Domenico, Via Roma Direzione Stazione, Piazza Bottego, Via Napoli, Via Maqueda, Piazza Villena, Via Vittorio Emanuele, Cattedrale, rientro in Basilica da Via Vittorio Emanuele, Via Alessandro Paternostro.

Sempre domenica 8 dicembre, in occasione della partita di calcio Palermo, Acireale, sarà istituita l’area pedonale nei pressi dello Stadio Barbera.

In particolare, viene disposta l’istituzione dell’area pedonale a partire dalle ore 12 con la chiusura al transito veicolare del viale del Fante (da piazza Leoni a piazza Salerno) e delle vie del Carabiniere e Cassarà.

Saranno percorribili viale Diana e viale Ercole per e da Mondello, mentre i veicoli provenienti da Pallavicino in entrata in città, percorreranno piazza Salerno per poi proseguire su viale Croce Rossa.

Il capolinea degli autobus da viale del Fante sarà spostato in piazza Papa Giovanni Paolo II.

L’area sarà presieduta dalle pattuglie della Polizia Municipale per la necessaria assistenza agli utenti e per assicurare il regolare svolgimento della viabilità.

LEGGI ANCHE

Palermo: rivoluzione del traffico per le festività natalizie

© Riproduzione Riservata
Tag:
Come se fosse Antani
di Giovanna Di Marco

La ddraunàra: i racconti di Silvana Grasso

È disponibile dal 16 luglio La ddraunàra, la raccolta di racconti di Silvana Grasso, a cura di Gandolfo Cascio ed edita da Marsilio che ripubblica così due opere, Nebbie di ddraunàra (Le Tartarughe 1993) e Pazza è la luna (Einaudi 2007).
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

Zio Mariano era Stabile

Lui era di poche parole e ogni sua frase era una sentenza. Le persiane della sua finestra a balcone sono chiuse e sotto c’è soltanto un via vai di gente che si affanna per farsi notare.

I giannizzeri

A partire soprattutto dal 1850, il controllo del territorio in Sicilia diviene sempre più arduo per la gendarmeria borbonica. Gruppi armati dediti al malaffare, bande e banditi, nonostante l’inasprimento delle pene – il ricorso all’esecuzione diretta era prassi ordinaria - percorrevano senza molti contrasti le campagne siciliane e rendevano difficile garantire la sicurezza.
. Rosso & Nero .
di Elio Sanfilippo

Palermo fa acqua da tutte le parti, Orlando cambi tutto o si dimetta

I cittadini sono sommersi dall'immondizia, intere zone trasformate in discariche, lavori stradali che non finiscono mai, servizi pubblici che non funzionano, fino allo scandalo dei cimiteri dove non si capisce perché non si sono avviate le procedure per la costruzione del nuovo cimitero previsto dal piano regolatore.
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Mafia e antimafia

Dovendo parlare di mafia ed antimafia non si può non andare con la mente al 10 gennaio 1987 allorquando Leonardo Sciascia rilasciò una intervista al Corriere della Sera parlando di professionisti dell’antimafia
Wanted
di Ludovico Gippetto

L’archeologia del “Do not cross” come tutela

Rubare nei siti archeologici è gravissimo. Un argomento molto caro all’archeologo Sebastiano Tusa, fermo sostenitore del principio del "Do not cross". Dove gli oggetti antichi vanno guardati ma non decontestualizzati rispetto all’ambiente di provenienza.
CapitaleMessina
di Gianfranco Salmeri

Dopo la pandemia non sarà mai come prima

Dopo una crisi così devastante come quella che stiamo superando, le cose non potranno tornare mai come prima, e non è neanche bene che ciò avvenga. Una riflessione sulla fase 2 dell'emergenza coronavirus di Gianfranco Salmeri.