Palermo capitale della Cultura: il tavolo di Pistoletto esposto fino a dicembre :ilSicilia.it
Palermo

Sarà il cuore di tutti i principali eventi di confronto

Palermo capitale della Cultura: il tavolo di Pistoletto esposto fino a dicembre

di
4 Marzo 2018

Bisogna vederlo di presenza il tavolo “Love difference” di Michelangelo Pistoletto per coglierne la potenza evocativa. Nessuna cartina geografica, nessuna foto come questo grande tavolo specchiante restituisce, infatti, il senso di unità del Mar Mediterrraneo, il suo essere liquido primordiale di genti e Paesi.

Un simbolo forte per Palermo Capitale Italiana della Cultura 2018 che fonda il suo progetto sul dialogo e sul sincretismo culturale.

Alla sede della Fondazione Sant’Elia, via Maqueda, 81, il tavolo offerto dall’artista biellese per tutto l’anno è arrivato il 14 febbraio con un allestimento curato da Paolo Falcone, ambasciatore di Pistoletto e direttore artistico della Fondazione Sambuca che ha avuto in affidamento l’opera.

Il tavolo sarà il “cuore” di tutti i principali eventi di confronto interculturale: dai lavori preparatori della Festa della Musica che si terranno tra pochi giorni a quelli del grande Convegno internazionale di filosofia costruito in collaborazione con l’università di Lugano e Lucerna previsto dal 7 al 9 settembre.

Il via ufficiale agli incontri sarà il prossimo 9 marzo alle 15,00 quando il tavolo ospiterà, appunto, il confronto europeo sulla Festa della Musica, nell’ambito di una collaborazione tra Unione Europea, MIBACT e Comune, e in programma a giugno. Attorno al tavolo, esponenti di enti istituzionali e culturali di Francia, Repubblica Ceca, Slovenia, Polonia, Grecia, Germania, Belgio, Ungheria e ambasciata di Francia in Italia.

Il risultato dell’incontro sarà poi presentato il 10 marzo in conferenza stampa sempre a Fondazione Sant’Elia. Sempre il 10 marzo sarà consegnata anche la cittadinanza onoraria della città di Palermo a Michelangelo Pistoletto, uno tra i maggiori artisti contemporanei viventi.

© Riproduzione Riservata
Tag:

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.

Rosso di sera

di Elio Sanfilippo

La Repubblica compie 75 anni!

Una delle cause principali delle difficoltà in cui versa il Paese, segnato da uno sbandamento anche morale, da una involuzione culturale e civile, nasce sicuramente dall’avere smarrito il senso di questa data, da un affievolirsi dei valori che sono stati alla base della nascita della Repubblica

Wanted

di Ludovico Gambino

Giorgio Armani veste il David di Michelangelo per Dubai

La scultura, quella vera, è uno degli emblemi del nostro Rinascimento nonché simbolo dell'Italia nel mondo, originariamente collocata in Piazza della Signoria, per rappresentare la Repubblica fiorentina vigile e vittoriosa contro i nemici. L'opera, alta oltre cinque metri per cinque tonnellate di marmo di Carrara, ritrae l'eroe biblico nel momento in cui si appresta ad affrontare Golia, come ci racconta l’Antico Testamento.
Banner Italpress

Segreti e non misteri

di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin