"Palermo Capitale Italiana della Cultura": il presidente del Comitato Scientifico è Dacia Maraini :ilSicilia.it
Palermo

Il 29 gennaio l'apertura ufficiale degli eventi

“Palermo Capitale Italiana della Cultura”: il presidente del Comitato Scientifico è Dacia Maraini

di
18 Gennaio 2018

La Sala Sciascia di Palazzo Comitini, sede della Città Metropolitana di Palermo, ha visto l’insediamento del Comitato di Pilotaggio del Progetto Palermo Capitale Italiana della Cultura 2018”.

Ne fanno parte, come previsto, il Sindaco Metropolitano Leoluca Orlando, l’Assessore alla Cultura al Comune di Palermo Andrea Cusumano e Dacia Maraini. Quest’ultima, fortemente voluta dal sindaco Orlando, ha accettato l’incarico di presiedere il Comitato Scientifico.

Nel corso dell’insediamento si è proceduto alla conferma del ruolo che svolgerà la Fondazione Sant’Elia come Organismo preposto al Managment del progetto e si è deliberato di chiedere al Governo della Regione Siciliana e al Governo Nazionale di designare un proprio rappresentante che faccia parte dello stesso Comitato.

Orlando, infine, a nome del Comitato di Pilotaggio ha espresso apprezzamento per il coinvolgimento di tutte le istituzioni del settore culturale che hanno accettato, per la prima volta nella storia di Palermo, la proposta della Città di partecipare ad un unico tavolo inter-istituzionale dedicato a Palermo Capitale Italiana della Cultura 2018.

Il via ufficiale al calendario degli eventi è fissato per il 29 gennaio, in attesa della Cerimonia Protocollare che verrà fissata in data successiva, a seguito di interlocuzione in corso fra il Sindaco di Palermo, il Presidente del Consiglio dei Ministri Paolo Gentiloni e il Ministro dei Beni e delle Attività Culturali Dario Franceschini i quali hanno assicurato la loro presenza, compatibilmente con le agende Istituzionali.

© Riproduzione Riservata
Tag:

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.

Rosso di sera

di Elio Sanfilippo

La Repubblica compie 75 anni!

Una delle cause principali delle difficoltà in cui versa il Paese, segnato da uno sbandamento anche morale, da una involuzione culturale e civile, nasce sicuramente dall’avere smarrito il senso di questa data, da un affievolirsi dei valori che sono stati alla base della nascita della Repubblica
Banner Ortopedia Ferranti

Segreti e non misteri

di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin