''Palermo Capitale Italiana della Cultura'': una parte dei fondi per aiutare chi non può frequentare l'Università | ilSicilia.it :ilSicilia.it
Palermo

Una parte del milione di euro sarà investita per la formazione professionale all'estero

”Palermo Capitale Italiana della Cultura”: una parte dei fondi per aiutare chi non può frequentare l’Università

di
4 Febbraio 2018

Palermo Capitale Italiana della Cultura utilizzerà una parte consistente del milione di euro, assegnato dal ministero dei Beni Culturali, per la formazione professionale dei giovani palermitani all’estero.

Un aiuto in più per chi non ha la possibilità di frequentare l’università e quindi beneficiare degli scambi internazionali come l’Erasmus. Lo ha annunciato il sindaco di Palermo Leoluca Orlando intervenendo al convegno “Erasmus: un passaporto per l’integrazione e l’istruzione universitaria”.

I nostri giovani hanno diritto a guadagnare professionalità di livello e noi abbiamo il dovere di offrire loro questa possibilità.– spiega Orlando –  È necessario essere consapevoli della nostra interdipendenza: rottura dei confini e dei muri in un mondo globale che va strappato alla finanza”.

Il programma di Palermo capitale italiana della cultura è disponibile sul sito www.palermocapitalecultura.it.

© Riproduzione Riservata
Tag:
LiberiNobili
di Laura Valenti

La rabbia e il giro del corridoio magico

Benvenuti nel mio “corridoio magico” dal quale mi auguro uscirete cambiati grazie all’induzione e all’attivazione dell’energia inconscia che rivoluziona e riassetta i processi spontanei di autoguarigione ed evoluzione
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Mafia e antimafia

Dovendo parlare di mafia ed antimafia non si può non andare con la mente al 10 gennaio 1987 allorquando Leonardo Sciascia rilasciò una intervista al Corriere della Sera parlando di professionisti dell’antimafia
Wanted
di Ludovico Gippetto

L’archeologia del “Do not cross” come tutela

Rubare nei siti archeologici è gravissimo. Un argomento molto caro all’archeologo Sebastiano Tusa, fermo sostenitore del principio del "Do not cross". Dove gli oggetti antichi vanno guardati ma non decontestualizzati rispetto all’ambiente di provenienza.
CapitaleMessina
di Gianfranco Salmeri

Dopo la pandemia non sarà mai come prima

Dopo una crisi così devastante come quella che stiamo superando, le cose non potranno tornare mai come prima, e non è neanche bene che ciò avvenga. Una riflessione sulla fase 2 dell'emergenza coronavirus di Gianfranco Salmeri.