14 Ottobre 2019 - Ultimo aggiornamento alle 19.29
Palermo

L'annuncio del deputato regionale di Sicilia Futura

Palermo, Castello di Maredolce, Tamajo: “Pronti 2,5 milioni di euro destinati al suo recupero”

22 Novembre 2018

La possibilità di vedere il Castello di Maredolce in tutto il suo splendore potrebbe essere in dirittura d’arrivo. Ad annunciarlo è il deputato regionale di Sicilia Futura, Edy Tamajo che si è recato con il consigliere comunale Gianluca Inzerillo ed il consigliere della II Circoscrizione Giacomo Viscuso, negli uffici dell’assessorato regionale ai Beni Culturali per approfondire lo stato di avanzamento del progetto relativo al recupero del bene storico-monumentale.

Sono pronti 2,5 milioni di euro destinati al recupero ed alla valorizzazione del Castello di Maredolce a Brancaccio – dice Tamajo – distribuiti in tre progetti esecutivi che consentiranno presto alla collettività internazionale di fruire dello storico monumento“.

Tamajo - Viscuso - Inzerillo
Da sinistra: Tamajo – Viscuso e Inzerillo

Oltre alle opere di restauro – prosegue il deputato di Sicilia Futura – gli interventi prevedono la riqualificazione territoriale dell’area circostante e dell’itinerario arabo-normanno”.

La città di Palermo – aggiunge il consigliere comunale Inzerillo – accresce sempre di più la sua capacità turistico-attrattiva con il recupero del Castello di Maredolce e ritiene altamente strategico e socialmente rilevante l’intervento di recupero e riqualificazione che interessa in particolare questa area della periferia Sud-orientale della città“.

Gratitudine e soddisfazione sono infine i sentimenti esternati dal consigliere della II Circoscrizione Giacomo Viscuso il quale, in rappresentanza della comunità di Brancaccio non può che plaudire all’ormai prossimo inizio lavori. “La collettività locale esulta nell’apprendere che in tempi relativamente breve – conclude Viscuso – un sogno sta per divenire realtà“.

Tag:
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

Lavori “like”

Sono sempre affascinato dalle discussioni che nascono quando il tema riguarda la trasformazione della propria città. Molto spesso si cade nella trappola di far diventare politica tutto quanto accade attorno a noi
. Rosso & Nero .
di Alberto Samonà

Redistribuzione dei migranti? l’Ue fa ciao ciao all’Italia

L'accordo di Malta sull’immigrazione che era stato salutato con toni trionfali da tutto l'asse del governo giallorosa, dal ministro dell'Interno Lamorgese, da Giuseppe Conte e dal Pd, è carta straccia o quasi. Il Consiglio europeo dei ministri degli Interni Ue che si è riunito a Lussemburgo non l'ha ratificato.
Sanità in Sicilia
di Salvatore Corrao

Cos’è la Medicina interna e perché può essere una risorsa per il Sistema sanitario nazionale

Un grande maestro il professore Giacinto Viola scriveva sul suo trattato di Medicina Interna del 1933: “in Clinica tutto è improvvisazione, caso per caso, e gli ammalati così diversi sempre, anche quando hanno la stessa malattia, sono poi così mobili nei loro sintomi e fatti obiettivi, che spesso ciò che di essi si dice alla sera non è più vero al mattino”. 
Wanted
di Ludovico Gippetto

“I vestiti nuovi” della dea di Morgantina

Il caso della famigerata dea di Morgantina, ritornata in Sicilia nel 2011 dopo una lunga trattativa con uno dei più grandi musei del pianeta: il J. Paul Getty Trust di Malibu, in California.
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Il 25 aprile festa della libertà tra memoria e impegno

Anche quest’anno la ricorrenza del 25 aprile non è immune da polemiche insulse e pretestuose che puntano a delegittimare e a ridimensionare la portata storica di quel straordinario avvenimento che fu la Resistenza, quel grande movimento di popolo che restituì agli italiani la libertà e cancellò la vergognosa pagina del fascismo.