19 Maggio 2019 - Ultimo aggiornamento alle 22.48

Il Cda del Palermo smentisce notizie circolate in questi giorni

PALERMO. CdA smentisce notizie false. “Molto rumore per nulla”

2 Febbraio 2019

Il CdA del club rosanero  ha confermato Rino Foschi Direttore dell’area tecnica ma anche che non saranno ratificate le dimissioni da presidente di Clive Richardson (contrariamente da quanto aveva lui stesso annunciato nella giornata del 31 gennaio).

Queste decisioni smentiscono quanto pubblicato in questi giorni e fatto passare per la verità.

Ancora fake news sul Palermo che servono solo a gettare discredito sulla società anche se le dimissioni di Richardson come detto erano state pubblicizzate visto che era stato lo stesso ad annunciarle dicendo che erano il frutto della necessità di occuparsi di altro all’interno della società.

Dopo tante chiacchiere e false verità  sul Palermo non possiamo non pensare a “Molto rumore per nulla” che è una commedia teatrale scritta da William Shakespeare tra l’estate del 1598 e la primavera del 1599, ambientata a Messina e sopratutto ora che si è scoperto che il popolare drammaturga che si pensava fosse inglese invece non era altro che il messinese  Michelangelo Florio Scrollalanza che conosceva bene la commedia “Tantu trafficu pi’ nnenti”  dove c’è anche la parola “mizzica” e messa in scena in quegli anni a Messina e che era figlio del medico Giovanni Florio e di Guglielma Scrollalanza.

Il cognome stesso, Shakespeare, altro non sarebbe che la traduzione letterale del cognome della madre: Shake (Scrolla)-speare (lancia) e William al maschile Guglielmo dal nome della madre Guglielma.

Se l’avesse scritta oggi pensiamo l’avrebbe ambientata invece che a Messina …a Palermo …

Tag:
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

Ho Rivalutato la Dea Eupalla

Questa settimana i miei contatti sui social mi hanno visto molto partecipe delle vicende legate alla sorte della squadra di calcio della mia città dando l’impressione più di essere un contradaiolo che un pacifico e tranquillo ingegnere che periodicamente si passa il tempo.
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Il 25 aprile festa della libertà tra memoria e impegno

Anche quest’anno la ricorrenza del 25 aprile non è immune da polemiche insulse e pretestuose che puntano a delegittimare e a ridimensionare la portata storica di quel straordinario avvenimento che fu la Resistenza, quel grande movimento di popolo che restituì agli italiani la libertà e cancellò la vergognosa pagina del fascismo.