Palermo, che PEC-cato: iscrizione in bilico, alcuni giocatori già ai saluti :ilSicilia.it
Palermo

SPORTING NETWORK CI PROVA, MA LE CHANCE DI SUCCESSO SONO BASSE

Palermo, che PEC-cato: iscrizione in bilico, alcuni giocatori già ai saluti

di
1 Luglio 2019

Non si riposa nemmeno la domenica in casa Palermo, con Sporting Network che ha emesso l’ennesima comunicazione sulla questione iscrizione. I vertici della società rosanero hanno inviato una PEC direttamente agli uffici tecnico – amministrativi della FIGC, al fine di richiedere l’accesso alla prossima Serie B 2019 – 2020. Nella lettera, lunga ventuno pagine ed anticipata da un comunicato ufficiale qualche ora prima, i soci di Sporting Network continuano a mantenere la linea intrapresa nei giorni scorsi.

Il punto focale della PEC inviata dal Palermo alla FIGC, risulta compreso fra i punti 23 e 24, in cui la società rosanero fa capire a chiare lettere che è pronta anche al contenzioso giurisdizionale per difendere la propria posizione: “A riguardo è bene ricordare che, per altro, la procedura di iscrizione al campionato che impone la verifica dell’esistenza e del rispetto, in capo ad ognuna delle società calcistiche coinvolte, dei requisiti, dei parametri e dei presupposti necessari al fine di ottenere la relativa licenza nazionale, non è una procedura di gara né una procedura, sicché la penalizzazione in cui incorrerebbe il Palermo nel caso, non creduto, si volesse interpretare ed applicare in modo non costituzionalmente orientato il Manuale Licenze Nazionale, e consistente nella esclusione dal proprio campionato di competenza, oltre che di enorme valore economico, culturale e sociale, sarebbe del tutto ingiustificata.. – CONTINUA – In definitiva, sarebbe una gravissima sconfitta per il mondo del calcio, otlre che per i valori sportivi e civili in cui milioni di tifosi, e semplici cittadini, si riconoscono e continuano a credere, se la vicenda in parola si concludesse con una interpretazione ed applicazione del Manuale Licenze Nazionali contraria ai principi fondamentali suddetti, e come tale illegittima, si da spalancare le porte ad un contenzioso giurisdizionale amministrativo che segnerebbe una nuova estate di turbolenza per il calcio italiano“.

Al di là delle parole dure usate nella PEC, la FIGC potrebbe anche ignorare la richiesta dei dirigenti rosanero visto il fatto che i termini per l’iscrizione sono scaduti da ben sei giorni e visto anche il precedente dell’Avellino calcio, la cui iscrizione è stata respinta non più lontano dello scorso anno e per un caso simile rispetto a quello del Palermo.

Possiamo solo augurarci che la richiesta di Sporting Capital e dei suoi vertici vada a buon fine, tuttavia il tempo passa e il calciomercato è pronto a partire.

Forse nessuno si è accorto che ieri era il 30 giugno ed alcuni contratti dei giocatori rosanero erano in scadenza. Così, alcuni calciatori del Palermo si libereranno a zero per scadenza dei termini contrattuali. Fra questi, vi è il portiere rosanero Alberto Pomini, sul quale si era paventata la possibilità di un rinnovo. Oltre al sopracitato Pomini, si sono liberati anche i due terzini titolari rosanero, ovvero Andrea Rispoli e Haitam Aleesami, entrambi per scadenza del contratto. Inoltre, lasceranno l’isola anche Haas e Falletti per scadenza del prestito.

La morale  della favola è che non si può continuare a vivere di comunicati e di e-mail ufficiali, ma la svolta è però molto vicina. Come abbiamo raccontato nei giorni scorsi, questa settimana si saprà il futuro del Palermo Calcio, con il parere della Covisoc che sarà emesso nella giornata di giovedì, il quale sarà seguito nella giornata di venerdì dall’Assemblea dei soci rosanero.

© Riproduzione Riservata
Tag:

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Squid game: il gioco dell’anno

C'è una serie tv di cui in questi giorni tutti parlano in decine di rubriche, articoli e servizi televisivi: mi riferisco a "Squid Game". Qualcuno ha accostato questa serie all'altro exploit Netflix, la Casa di carta, sia perché entrambe sono diventate un successo mondiale in pochissimo tempo con il solo passaparola
Banner Telegram

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Covid 19… per un nemico in più

Era il 1982, Riccardo Cocciante pubblicava il suo album ”Cocciante” e la canzone di successo fu “Per un amico in più”. In questa canzone il grande Riccardo ci descrive cosa non si fa per un amico in più.

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Classe dominante estrattiva

Nel mio ultimo saggio intitolato il lupo e l’agnello, pubblicato da Rubbettino, nelle librerie dal 1 luglio, tra i motivi del mancato sviluppo del Sud metto in evidenza quello della presenza di una classe dominante estrattiva

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.

Segreti e non misteri

di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin