Palermo, chiusi giardini e ville comunali: "Provvedimento controproducente, il sindaco lo ritiri" :ilSicilia.it
Palermo

L'appello di Igor Gelarda

Palermo, chiusi giardini e ville comunali: “Provvedimento controproducente, il sindaco lo ritiri”

di
14 Marzo 2020

“Pur capendo che il Sindaco Orlando sia stato spinto da prudenza nell’ordinare che i parchi e le ville comunali venissero chiusi i fine settimana, tuttavia credo che allo stato attuale questo provvedimento sia inutile se non addirittura controproducente”. Lo dichiara il capogruppo della Lega a Palermo Igor Gelarda.

“Considerato, infatti, che il decreto prevede che si possa fare attività motoria, e che anche i bambini ne hanno diritto, concentrare le persone tutte nelle zone fruibili della Favorita e del parco del Foro Italico rischia veramente di creare assembramenti. A maggior ragione perché la primavera è alle porte e ci saranno delle giornate molto belle.

Grosse realtà come Villa Giulia, Villa Trabia e il Giardino Inglese, fermo restando di quest’ultimo la chiusura della zona giochi, sono una valvola di sfogo importante per i cittadini che vogliono fare due passi. E sono abbastanza grandi da evitare assembramenti di gente, se utilizzati insieme al Parco della Favorita e al Foro Italico. Siamo in una situazione difficile, ma dobbiamo anche valutare un minimo l’impatto psicologico di questi provvedimenti sulle famiglie, considerato che quello economico è stato già devastante,e non sappiamo per quanto tempo saremo costretti a queste restrizioni”, conclude Gelarda.

© Riproduzione Riservata
Tag:

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Una estate ricca di novità

L'estate è da sempre una stagione in cui i palinsesti delle tv in chiaro sono pieni di repliche di film e programmi tv. Film come Lo squalo, Pretty woman e la saga della Principessa Sissi sono delle presenze quasi costanti nelle programmazioni estive di molte tv

Blog

di Renzo Botindari

Election Day! Che bella parola

Nessuno mette in discussione che la nostra classe politica sappia fare dialettica e litigare a difesa delle proprie posizioni, o sappia addirittura demonizzare l’avversario, ma alla fine della elezioni chi uscirà vincitore dovrà governare

Rosso di sera

di Elio Sanfilippo

Primarie: un pasticcio alla siciliana

Nelle settimane scorse mentre dirigenti del PD siciliano si sbracciavano per spingere i propri iscritti e simpatizzanti a partecipare alle primarie e sostenere con il voto Caterina Chinnici, la candidata del partito, a Roma si consumava l’esperienza del governo Draghi.