Palermo: col nuovo bilancio tagliati 13 milioni alle aziende comunali :ilSicilia.it
Palermo

Il bilancio comunale

Palermo: col nuovo bilancio tagliati 13 milioni alle aziende comunali

di
3 Dicembre 2020

Il sindaco di Palermo Leoluca Orlando ha presentato in conferenza stampa il bilancio consolidato dell’anno 2019 e il pluriennale del 2020-2022 dettagliando gli interventi e annunciando delle semplificazioni dei costi sulle aziende partecipate che ammontano a 13 milioni di euro.

IL TRAM

Sul tram abbiamo fatto una scelta figlia degli ultimi eventi. Riteniamo sia una scelta strategica, quella della mobilità sostenibile, espresse dalle linee che esistano e da quelle che esisteranno. Nel 2030 avremo 11 linee che sposteranno 85 milioni di passeggeri per tratta all’anno da Sferracavallo fino a Brancaccio. Abbiamo recuperato una quota disponibile per utilizzare per il tram, non l’abbiamo utilizzata tutta ma solo in parte. Il tram aveva bisogno di 43 milioni di euro per chiudere le operazioni, comprese quelle di rigenerazione urbana intorno alle aree del Tram. Siccome lo Stato e l’Europa non ci finanziano la rigenerazione ma solo i binari, per tutto il resto provvediamo con altre risorse. 49 milioni provengono dalla Regione, altri 40 milioni sono destinati al tram. Il progetto era di 280 milioni, 200 milioni li ha messi lo Stato, 49 la Regione, il resto deve metterli il Comune.

Li abbiamo trovati utilizzando soltanto parzialmente i 21 milioni disponibili per l’investimento e abbiamo trovato 4 milioni per destinarli all’accordo quadro per strade e marciapiedi. Abbiamo già pronti 8 appalti che nei prossimi giorni verranno varati, con la città divisa in 8 parti per coprila tutta. Saranno interventi significativi. Per tutta la parte restante, abbiamo utilizzato 18 dei 21 milioni dei tram, per il resto abbiamo fatto un mutuo con la Cassa depositi e prestiti. Il sistema tram è messo in sicurezza adesso bisogna fare materialmente i lavori.

GLI INTERVENTI DEL COMUNE

“Abbiamo collegialmente visto il bilancio ed esaminarlo, ritenuto opportuno restituire alla ragioneria il Bilancio affinché corrispondesse alla nostra visione politica. Il nuovo bilancio è stato ‘vistato’ con parere favorevole e adesso passa all’esame del consiglio comunale”.

“Il primo caposaldo rimane la gestione dei servizi, che rimane fino a quando sarà in carica io come sindaco, un principio fondamentale della amministrazione. Il secondo aspetto è quello legato al personale comunale con risorse previste per l’aumento del personale C e D nonché l’avvio di percorsi di assunzione e la messa in sicurezza del concorso dei dirigenti tecnici. Il terzo aspetto è quello della spesa sociale in cui metto assieme le competenze degli assessori Mattina e Marano perché la scuola ha una funzione sociale straordinaria”

“In merito all’assistenza sociale sono state fatte alcune operazioni di bilancio e anche grazie alla generosità della Banca d’Italia e del Governatore Visco che ha detto di avere scelto Palermo come realtà siciliana per elargire la somma di un milione che verrà utilizzata, col consenso del governatore, per l’assistenza sociale alle fasce più deboli e gli anziani”.

Tutto quello che è stato detto è stato messo in garanzia a prescindere. Se dovessero altre risorse l’interventi potranno essere rinforzati. Ricordo che in questo momento siamo tenuti ad applicare il patto di stabilità europea, un’assurdità perché la ‘Cattiva Europa’ ha sospeso il patto di stabilità e la ‘buona Italia’ invece non l’ha sospeso. Ciò significa che non c’è la possibilità di spendere le risorse e gli avanzi di amministrazione. L’Anci nazionale ha presentato una richiesta di poter consentire l’uso di avanzo vincolato solo per le spese sociali. È stato presentato une emendamento, la commissione bilancio ha dato un parere favorevole perché si tratta di una somma già presente nei bilanci comunali e il Governo si è opposto. Stanotte ho tempestato il mondo e spero ci sia un ravvedimento”.

“Non chiediamo l’abolizione dei fondi ma una mitigazione delle percentuali considerando quanto è stato terribile il 2020 per ovvie e note ragioni. Noi entro il 31 dicembre abbiamo fatto di tutto per erogare le riduzioni al limite dell’esenzione per gli operatori economici. Attendiamo che ci sia l’accendimento delle somme da parte della Regione in ossequio alla legge regionale approvata nel Maggio del 2020”.

Abbiamo 183 milioni  di accantonamento nel 2020 e 130 milioni nel 2021 e 129 milioni nel 2022. Un problema molto serio superato con la pubblicazione del rendiconto che è stato confortato dal collegio dei revisori che ci ha consentito di spalmare queste somme in 15 anni, liberandoci delle intere risorse. Questo ha consentito – ha detto il sindaco – di aumentare in automatico i vincoli dell’avanzo vincolato, mi riferisco ai 13 milioni che diventeranno 34 milioni.

STABILIZZAZIONE DEL PERSONALE COMUNALE

“Abbiamo assegnato risorse nuove utilizzabili, 3 milioni e 2 da quest’anno 3 e 9 dal 2021, risorse messe in sicurezza per la politica sul personale messa in atto dal vice sindaco. Abbiamo completato la stabilizzazione e oltre che stabilizzare procediamo ad un significativo aumento orario. Il nostro obiettivo è arrivare alle 30 ore: poi vedremo come combinare questo obiettivo con le categorie A E B”.

TAGLI ALLE PARTECIPATE

Il sindaco ha annunciato anche che per  quanto riguarda le partecipate sono previste delle ristrutturazioni di spesa: “Sui servizi pubblici, che valgono gran parte della spesa corrente, abbiamo fatto la seguente operazione. Abbiamo rivisitato con tutti i presidenti delle partecipate, incontrandoli uno per uno e assieme a loro abbiamo concordato una serie di operazioni. Non tagli ma ristrutturazioni. Tolto l’AMAT tutte le aziende hanno presentato utili al 30 settembre. Abbiamo tenuto conto che la RAP non ha più la manutenzione di strade e marciapiedi e che il comune e la Rap non hanno più il contrasto all’inquinamento ambientale che è ed è di competenza regionale. Oggi la RAP si occupa solo di igiene ambientale. C’è soltanto un aspetto ovvero che questa operazione si fonda sull’interpretazione data dagli uffici dell’applicazione art-21 decreto legislativo 2016, obbligo cautelamento delle perdite registrare della partecipata. La ragioneria generale ritiene che queste somme possano essere utilizzate ma abbiamo chiesto per maggior conforto un parere della Conte dei Conti. Alcune di queste somme, considerati tagli alle partecipate, in realtà sono utili che è legittimo pensare possano essere utilizzati dall’amministrazione, fatti salvi gli investimenti fatti dalle aziende. Riteniamo che queste somme possano essere date al comune evitando che siano sottoposte a tassazione”.

CADITOIE E CANALI DI MALTEMPO

In merito alla questione legata alla manutenzione delle caditoie, uno degli aspetti riguardanti quella che è stata definita dal sindaco Spending Review, ha parlato l’assessore competente Maria Prestigiacomo. “In partenza è bene specificare che gli allagamenti a Palermo nella maggior parte dei casi, a parte quelli di Partanna che stiamo risolvendo coi fondi regionali a breve, normalmente avvengono per un malfunzionamento dei canali di maltempo che non sono di competenza dei comuni ma che devono essere mantenuti da parte della Regione Siciliana e dall’autorità di Bacino. I comuni devono occuparsi solo della copertura cosa che il comune sta facendo. Quelli che si chiamano tagli  saranno molto ridimensionati: stiamo parlando del primo semestre, nel secondo coi fondi dello stato possono cambiare. L’unico “taglio” è avvenuto sulle caditoie ma questo non significa che l’AMAP non farà il servizio. Abbiamo avuto rassicurazione da parte dell’AMAP e del presidente che è stato sempre in contatto con noi: abbiamo capito che sull’AMAP si poteva agire solo sulle caditoie. Ci è stato garantito che il servizio sarà erogato. Quando c’è l’allerta meteo ci sarà, come si è sempre fatto per contratto la pulizia prima e dopo”.

RAP

Per quanto riguarda i tagli servizi di igiene urbano il dettaglio della situazione è stato fornito dall’Assessore all’ambiente Sergio Marino: “La situazione e i problemi di RAP sono altri rispetto a quelli introdotti col bilancio. Sono riconducibili a fatti gestionali legati alla discarica. Dobbiamo definire in maniera ultimativa la questione extra costi della tari ma come detto dal sindaco non dovrebbe essere un problema. Per quanto riguarda monitoraggio strade e monitoraggio dell’aria servizi  si tratta che non hanno effetto sui bilanci anche perché non sono di competenza  comunale e e il monitoraggio stradale comunque sarà effettuato fino a  Marzo: eventuali abbattimenti non avranno effetto pratico. Durante l’anno in quanto all’efficientamento dei servizi queste riduzioni saranno recuperabili soprattutto sul servizio di monitoraggio strade. Sulla derattizzazione le somme saranno sufficienti fino a settembre ma saremo in condizioni di rettificare facilmente perché non parliamo di somme difficili da reperire”.

AMAT

In merito ai trasporti l’assessore alla mobilità e all’ambiente Giusto Catania ha spiegato quali voci di spesa saranno tagliate: “Rispetto agli interventi su AMAT si interviene su alcuni settori della pesa che negli anni passati sono stati in più rispetto all’inizio, in particolare la segnaletica, che incide per 3 milioni ma per cui la spesa di Amat non arriva mai più a 2,6 milioni. Una riduzione funzionale alle spese che non può essere definita taglio. L’altra parte riguarda il finanziamento di alcuni servizi speciali. Per tanto tempo abbiamo avuto una navetta gratuita all’interno del Civico, una navetta che dopo la creazione del parcheggio è una spesa superflua, anche perché si è visto che passeggeri che la utilizzano sono pochi Questa navetta aveva una logica dieci anni fa oggi è una spesa inutile. Non siamo intervenuti assolutamente sull’esercizio, non abbiamo tolto risorse per i chilometri del tram”.

 

© Riproduzione Riservata
Tag:
Alpha Tauri
di Redazione

Dalle 700 bare ai Rotoli alla vita eterna!

Il progetto del cimitero da realizzare a Ciaculli risale al 2007, ben 13 anni or sono. Nel 2012 viene inserito nel piano triennale delle opere pubbliche del comune di Palermo, ma senza un euro di finanziamento
Politica
di Elio Sanfilippo

La politica, la storia e l’entusiasmo di zio Emanuele

Ci sarà tempo per ricordare la figura di Emanuele Macaluso, il suo impegno politico per liberare dal bisogno e dalla sofferenza la gente più povera e indifesa, migliorare le condizioni di vita dei lavoratori, tutelando diritti e dignità

In ricordo del Gattopardo: un romanzo che ci aiutò a capire la Sicilia e i siciliani

L’11 novembre 1958, usciva per i tipi della casa editrice Feltrinelli, Il Gattopardo, capolavoro e unico romanzo di Giuseppe Tomasi principe di Lampedusa. Il successo editoriale, in parte inaspettato, fu eccezionale, le edizioni si susseguirono una dopo l’altra con un ritmo che si riscontra in pochissimi casi per quanto riguarda il nostro panorama editoriale
Blog
di Giovanna Di Marco

Lidliota. E non è un romanzo

Ora mi chiedo come ci siamo ridotti se davvero su internet vanno a ruba le scarpe vendute alla Lidl a prezzi esorbitanti, perché pare che
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin