Palermo, con la droga in aeroporto: sequestrate marijuana e hashish :ilSicilia.it
Palermo

Protagonista un cittadino francese

Palermo, con la droga in aeroporto: sequestrate marijuana e hashish

di
22 Gennaio 2020

I finanzieri della Compagnia di Palermo Punta Raisi, insieme ai funzionari dell’Ufficio delle Dogane, hanno effettuato un sequestro di sostanze stupefacenti all’aeroporto. Segnalato un cittadino francese, partito da Parigi con degli amici per trascorrere le vacanze in Sicilia. Il controllo ha portato al sequestro di oltre 7 grammi tra marijuana e hashish che il passeggero nascondeva nelle parti intime.

Nel corso del 2019 sono state segnalate alla Prefettura, dai finanzieri e dai funzionari doganali di Punta Raisi, oltre 200 persone per detenzione di sostanze stupefacenti e denunciate altre 10 persone, di cui tre tratte in arresto. Inoltre, sono stati rinvenuti e sequestrati quasi 1.900 grammi tra hashish e marijuana, 450 grammi di eroina, 720 grammi di sostanze psicotrope di varia natura e oltre 30 mila euro in contanti.

© Riproduzione Riservata
Tag:
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Moderati per sopravvivere

Si torna a parlare di un partito dei “moderati” che - come ci informa Belzebù nell’articolo di questi giorni - dovrebbe mettere insieme i cespugli della politica italiana: Italia Viva di Matteo Renzi, Azione di Carlo Calenda, Più Europa di Emma Bonino e Forza  Italia o almeno una sua parte. Un’adesione che finora, però, è più una speranza che una certezza
L'angolo della dietista
di Marina Sutera

Empatia e dieta

L’importanza della relazione con il professionista della salute, in una dieta per raggiungere il peso desiderabile e la cura delle emozioni. Cos'è l'empatia?
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Scandali in Vaticano

E’ di questi giorni lo scandalo che ha coinvolto il Vaticano e ha portato alla decisione di Papa Francesco di far dimettere il cardinale Angelo Becciu, diplomatico di carriera, dalla guida della Congregazione dei Santi e dalle funzioni di cardinale.
Come se fosse Antani
di Giovanna Di Marco

Docenti indecenti

Noi docenti siamo dei ladri: abbiamo tre mesi di vacanza in estate, rubiamo lo stipendio anche durante le vacanze di Natale e di Pasqua, per