Palermo, Costantino lascia Forza Italia: "Non sono disposto a fare da zerbino a Orlando" :ilSicilia.it
Palermo

le dichiarazioni del vicepresidente della VII circoscrizione

Palermo, Costantino lascia Forza Italia: “Non sono disposto a fare da zerbino a Orlando”

14 Gennaio 2020

Fabio Costantino, vicepresidente della settima Circoscrizione, lascia Forza Italia.  “Lascio Forza Italia, una compagine che non garantisce più l’opposizione alla Giunta Orlando ma ne è una costola servile, non permettendo neanche la discussione in Aula della mozione di sfiducia contro tale Amministrazione che io e il consigliere di circoscrizione del M5S, Giovanni Galioto, qualche giorno fa avevamo presentato. Un atto politico unico nel suo genere tra tutte le circoscrizioni palermitane“. A riferirlo è il politico vicino all’europarlamentare Giuseppe Milazzo, che proprio all’ultima tornata elettorale ha ottenuto un largo consenso.

Oggi, avevamo chiesto il prelievo della suddetta mozione e permetterne la discussione in Aula. Forza Italia – conclude Costantino – con in testa il suo capogruppo Gottuso, esprime parere contrario, asserendo in modo errato e senza documenti a supporto, che la Circoscrizione non può presentare una mozione di sfiducia contro l’Amministrazione comunale. I consiglieri Puma, Sandovalli e Armetta si sono astenuti, non consentendo in sostanza la discussione. Ricordo che Forza Italia è all’opposizione, e dovrebbe tradurre in fatti concreti il malessere del popolo, scontento dei disastri compiuti da Orlando e sodali. Non prelevando la mozione, non hanno consentito un democratico dibattito in Aula. Per tale motivo passo al Gruppo misto. Forza Italia non è più in grado di ascoltare la gente e io non sono disposto a fare da zerbino a questa Amministrazione, colpevole di un degrado urbano che è sotto gli occhi di tutti”.

© Riproduzione Riservata
Tag:
Il cielo di Paz
di Mari Albanese

Lettera di un’adolescente dalla sua quarantena

Oggi la mia rubrica ospita una lettera molto intensa scritta da un’adolescente che ci narra i suoi giorni di quarantena. Osservare la vita attraverso i social e distanti dagli affetti più importanti per i giovanissimi è stato molto faticoso. Possono i libri aiutare a lenire la solitudine?
Wanted
di Ludovico Gippetto

L’archeologia del “Do not cross” come tutela

Rubare nei siti archeologici è gravissimo. Un argomento molto caro all’archeologo Sebastiano Tusa, fermo sostenitore del principio del "Do not cross". Dove gli oggetti antichi vanno guardati ma non decontestualizzati rispetto all’ambiente di provenienza.
CapitaleMessina
di Gianfranco Salmeri

Dopo la pandemia non sarà mai come prima

Dopo una crisi così devastante come quella che stiamo superando, le cose non potranno tornare mai come prima, e non è neanche bene che ciò avvenga. Una riflessione sulla fase 2 dell'emergenza coronavirus di Gianfranco Salmeri.