Palermo, deficit strutturale e Rap. L'assessore al bilancio D'Agostino: "Problemi risolvibili" | Video intervista :ilSicilia.it
Palermo

l'intervista

Palermo, deficit strutturale e Rap. L’assessore al bilancio D’Agostino: “Problemi risolvibili” | Video intervista

8 Agosto 2019

 

Guarda in alto la video intervista

ilSicilia.it ha intervistato l’assessore comunale al Bilancio, Roberto D’Agostino per discutere di alcuni temi che in questi giorni tengono banco: deficit strutturale e i circa 10 milioni che servirebbero a Rap per il trasporto dei rifiuti soliti urbani a Catania dopo la chiusura della sesta vasca di Bellolampo.

Per quanto riguarda il bilancio consuntivo 2018 del Comune di Palermo è stato registrato uno sforamento di alcuni dei paletti fissati per lo stato di deficit strutturale “in base ai nuovi parametri introdotti a gennaio 2019″.

Sulla base dei nuovi parametri – dice l’assessore al Bilancio, Roberto D’Agostino – si è determinata una situazione formale di deficit, che ha ripercussioni per l’Amministrazione comunale e per i cittadini, prime fra tutte l’aumento obbligatorio per legge delle tariffe dei servizi a domanda individuale, come la retta degli asili, la mensa scolastica, l’impiantistica sportiva, i servizi cimiteriali, e il sostanziale blocco di qualsiasi procedura di assunzione o stabilizzazione dei lavoratori“.

Inoltre, alla Rap servono circa dieci milioni per la copertura dei servizi, mentre la città affonda nei rifiuti. Di fatto, in una delibera del 31 marzo 2019, proprio per evitare ripercussioni economiche e non solo, era stato dato mandato all’ufficio Ambiente, di agire “in stretto rapporto con Rap spa e con SRR, affinché assumesse entro il 30 giugno 2019, ogni pertinente iniziativa finalizzata all’eventuale aggiornamento dei costi attualmente dedotti nel piano, a tal fine adottando una formale segnalazione da inviare alla Ragioneria generale ai fini dell’approvazione“.

Il valore corretto e definitivo non lo sapremo fino a quando non saranno chiari  i parametri da cui dipende questo sovrapprezzo conseguente al trasferimento della parte secca dei nostri rifiuti, per farlo serve avere chiara l’esatta quantità dei rifiuti da trasferire e i chilometri necessari per il trasferimento. Acquisiti questi dati a seguito delle interlocuzioni tra l’Amministrazione comunale e la Regione che ci sono state e ci saranno si potrà comprendere come ripartire questo sovrapprezzo“, conclude D’Agostino.

 

 

LEGGI ANCHE:

Comune di Palermo: bilancio consuntivo in deficit. Orlando annuncia ricorso contro il Governo

Rap, opposizioni all’attacco: “Possibili disservizi e aumento Tari a Palermo” | Video

 

Tag:
Blog
di Renzo Botindari

“Loro non Cambiano”

Quello che ancora oggi mi sconvolge guardando la pubblica amministrazione (la cosa pubblica in genere) è l’incapacità di fare pulizia e giustizia, eppure la cosa pubblica siamo noi.
Wanted
di Ludovico Gippetto

La Fontana di Ventimiglia… va a ruba!

A Ventimiglia di Sicilia, un piccolo comune della provincia di Palermo che conta 2.200 abitanti, in una notte del 1983 nessuno si è accorto di strani movimenti attorno ad una fontana...
LiberiNobili
di Laura Valenti

Arrabbiarsi non è un male

La rabbia fa bene quando dà la motivazione, la spinta vitale verso l’evoluzione, altrimenti diventa espressione di una tragica considerazione di se stessi sia da parte dell’individuo sia da parte dell’interlocutore.
Sanità in Sicilia
di Salvatore Corrao

Cos’è la Medicina interna e perché può essere una risorsa per il Sistema sanitario nazionale

Un grande maestro il professore Giacinto Viola scriveva sul suo trattato di Medicina Interna del 1933: “in Clinica tutto è improvvisazione, caso per caso, e gli ammalati così diversi sempre, anche quando hanno la stessa malattia, sono poi così mobili nei loro sintomi e fatti obiettivi, che spesso ciò che di essi si dice alla sera non è più vero al mattino”.