Palermo, detenuto aggredisce agente all'Ucciardone: "Preoccupati per l'aumento degli episodi" :ilSicilia.it
Palermo

IL FATTO

Palermo, detenuto aggredisce agente all’Ucciardone: “Preoccupati per l’aumento degli episodi”

di
26 Settembre 2021

Nuova aggressione ad un assistenze capo della polizia penitenziaria in servizio all’ottava sezione del carcere borbonico Ucciardone di Palermo. Un detenuto straniero ha aggredito l’agente di 47 anni, mentre si recava fuori per l’ora d’aria il detenuto, procurandogli traumi in vari parti del corpo. La prognosi è di 4 giorni.

Siamo preoccupati – dice il segretario provinciale Cnpp Maurizio Mezzatestaper l’escalation degli episodi, che nel carcere Di Bona si ripetono con frequenza. Sono diversi gli episodi di aggressione ai danni del personale di polizia. Chiediamo l’intervento degli uffici superiori ed il tempestivo trasferimento dei soggetti che si sono resi responsabili delle aggressioni. Esprimiamo solidarietà ai colleghi con l’augurio di pronta guarigione“.

© Riproduzione Riservata
Tag:

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Serie Tv Medical Drama: Emozioni in corsia

Di serie tv Medical Drama ( serie tv ambientate in ospedale) ne sono state realizzate moltissime; soprattutto in questi ultimi anni, alcune  hanno riscosso un tale successo che i protagonisti sono diventati i medici o gli infermieri che tutti noi vorremmo incontrare

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Covid 19… per un nemico in più

Era il 1982, Riccardo Cocciante pubblicava il suo album ”Cocciante” e la canzone di successo fu “Per un amico in più”. In questa canzone il grande Riccardo ci descrive cosa non si fa per un amico in più.

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Classe dominante estrattiva

Nel mio ultimo saggio intitolato il lupo e l’agnello, pubblicato da Rubbettino, nelle librerie dal 1 luglio, tra i motivi del mancato sviluppo del Sud metto in evidenza quello della presenza di una classe dominante estrattiva

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.

Segreti e non misteri

di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin