Palermo. Disastro corso Tukory: al via i lavori per la fibra ottica, ma la strada era stata appena riparata. "Il Comune sapeva" :ilSicilia.it
Palermo

La denuncia dell'associazione

Palermo. Disastro corso Tukory: al via i lavori per la fibra ottica, ma la strada era stata appena riparata. “Il Comune sapeva”

10 Aprile 2018

Da circa dieci giorni corso Tukory è interessato dai lavori per il rifacimento del manto stradale di cui si è occupata la Rap, durante le ore notturne per limitare i disagi alla circolazione stradale. L’opera è stata eseguita fino all’altezza di via G. Arcoleo, mancherebbe l’ultimo tratto che si protrae fino all’Ospedale dei Bambini.

La vicenda è stata seguita sin dall’inizio dall’associazione comitati civici Palermo che si è battuta per anni per richiedere la sistemazione del manto stradale di corso Tukory, che nel frattempo era diventato una “pericolosa mulattiera“.

Finalmente, dopo tante lotte – affermano –  era stato comunicato l’inizio dei lavori e abbiamo constatato che da piazza Giulio Cesare fino all’altezza di via Arcoleo il lavoro era stato fatto, anche se adesso sembra che sia stato interrotto”.

Ieri, infatti, l’amara sorpresa. In quanto, il manto stradale, appena rifatto, è stato nuovamente scavato per la posa della fibra otticaIl Comune sapeva di questi lavori – dicono dall’associazione – ma a quanto pare la Rap SPA, che di fatto è un ufficio interno del Comune, visto che è soggetto a controllo analogo, ne era all’oscuro”.

L’associazione dei comitati civici condanna, dunque, fermamente questo modus operandi che “spreca risorse pubbliche per lavori inutili – per questo chiedono – quanto ammonta il danno economico per le casse del Comune, per lavori che dovevano essere coordinati sin dall’inizio, nonchè il nome del dirigente responsabile di questo grave disservizio.

I lavori per la fibra ottica stanno procedendo anche nel senso inverso, da via Filiciuzza in direzione stazione Centrale “é indispensabile – concludono – che si provveda al coordinamento almeno di questi ulteriori lavori, per consentire il rifacimento del manto stradale nel tratto ancora da sistemare, senza la successiva distruzione, con conseguenti gravi disservizi come quello segnalato”.

Tag:
Cultura
di Renzo Botindari

Musica e Qualità di Vita

Oggi questa città ha più teatri “aperti”, ma nessuno di questi è dotato di una agibilità definitiva per il pubblico spettacolo, nell’attesa di lavori che comportano serie risorse dedicate e destinate alla loro messa in sicurezza. La musica, gli spettacoli meritano e necessitano di spazi propri sia per apprezzarne in pieno la qualità, sia per garantire quella trascurata dalle nostre parti “qualità di vita”, diritto di tutti.