13 dicembre 2018 - Ultimo aggiornamento alle 10.02
caronte manchette
caronte manchette
Palermo

Venderanno abbigliamento, calzature e prodotti tessili per la casa

Palermo: ex dipendenti Mercatone Uno tornano al lavoro, apre Globo

6 dicembre 2018

Si chiude con una buona notizia il 2018 per i lavoratori dello store Mercatone Uno di Palermo, da diversi mesi in cassa integrazione. La società che ha rilevato il punto vendita di via Ugo La Malfa, la Cosmo Spa, titolare del marchio Globo, ha deciso di anticiparne l’apertura di un mese prevista per gennaio 2019. Aprirà, invece, il prossimo 15 dicembre, mentre già giorno 7 verranno attivati i rapporti di lavoro part time per 28 dei 46 ex dipendenti. In questa settimana i lavoratori saranno formati e si occuperanno dell’allestimento dei diversi settori del negozio, alla fine 3 di loro verranno assunti a tempo pieno. Non si occuperanno più di mobili, complementi di arredo ed elettrodomestici, ma di abbigliamento sportivo, calzature e prodotti tessili per la casa.

Dopo anni difficili nei quali la vertenza è stata scandita da numerosi momenti di preoccupazione per il presente e per il futuro sia della catena di ipermercati che dei dipendenti, la situazione sembra tornare alla normalità. Ritorna a vivere una delle attività commerciali più conosciute della città. ù“L’accelerazione dei tempi per noi è un fatto molto positivo”, dice Monja Caiolo, segretaria della Filcams Cgil Palermo, “abbiamo già chiesto, insieme alla Uiltucs, un incontro con l’azienda per capire con quali criteri verranno selezionati i 3 lavoratori destinatari del contratto full time. Allo stesso tempo ci auguriamo che anche gli altri lavoratori rimasti fuori possano essere chiamati al più presto”.

Secondo l’accordo siglato nel luglio scorso, i lavoratori rimasti fuori sono entrati a far parte di un elenco al quale l’azienda può attingere nel caso in cui dovesse avere bisogno di più forza lavoro. Tra questi ci sono anche i 101 ex dipendenti del punto vendita di Misterbianco, per loro la cassa integrazione terminerà il 13 gennaio prossimo.

Tag:
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

Abbiamo molto da imparare

“Nzu”! Suono quasi gutturale che usciva con una smorfia da chi quasi a significarvi che “nenti sacciu e nenti sapia” voleva chiudere al nascere qualunque tipo di conversazione e tu sapevi che anche se ti fossi perso era certamente giunto in Sicilia.
Andiamo a quel Paese
di Valerio Bordonaro Marco Scaglione

Diario di Singapore – Seconda Parte

Opportunità di business per le aziende siciliane, sia nella grande distribuzione, sia in hotel, ristoranti e catering. A Singapore i prodotti che potrebbero avere mercato sono: i preparati per gelato, i dolci da forno, i formaggi, le birre semi-artigianali, le conserve di verdura e le conserve ittiche.