Palermo: extracomunitario colpisce poliziotto a sprangate, agente in ospedale :ilSicilia.it
Palermo

Urlava e chiedeva di essere rimpatriato in Bangladesh

Palermo: extracomunitario colpisce poliziotto a sprangate, agente in ospedale

di
27 Agosto 2020

Un cittadino del Bangladesh ieri ha colpito con una spranga un poliziotto e ha danneggiato la porta blindata della sezione di Pg della polizia in via Lo Forte, a Palermo.

L’uomo si è avvicinato alla porta con una spranga. Un poliziotto gli ha chiesto se avesse bisogno di aiuto, ma la sua reazione è stata violenta: l’agente è stato ferito a un braccio ed è stato portato in ospedale. L’aggressore ha poi urlato, chiedendo di essere rimpatriato in Bangladesh. Gli agenti sono riusciti a bloccarlo e l’hanno condotto in questura per identificarlo.

LA SOLIDARIETÀ DEI SINDACATI

“Troppo spesso i colleghi sono bersaglio di facinorosi e delinquenti che hanno il solo obiettivo di scagliarsi contro chi rappresenta lo Stato e tutela la collettività. Le continue aggressioni cui sono sottoposte le forze dell’ordine impongono una riflessione da parte della politica che ha l’obbligo di prendere una posizione netta e chiara, condannando tali atteggiamenti e pretendendo pene esemplari”. Così Giovanni Assenzio, segretario generale provinciale Usip Palermo, che esprime solidarietà all’agente della sezione di Pg della polizia.

Il sindacato chiede “che vengano emanate regole d’ingaggio garantite rispetto ai vari scenari operativi che si presentano e certezza della pena”.

igor-gelarda01
Igor Gelarda

GELARDA: “INASPRIRE LE PENE”

“Da consigliere comunale, da appartenente alle forze dell’ordine, ma anche da cittadino esprimo la massima solidarietà al poliziotto che è stato brutalmente colpito a sprangate dal cittadino bengalese a Palermo” , dichiara Igor Gelarda capogruppo della Lega a Palazzo delle aquile e responsabile regionale dei dipartimenti del partito di Matteo Salvini.

“I casi di violenza nei confronti degli uomini e delle donne in divisa sono all’ordine del giorno, ma c’è chi preferisce passarli sotto silenzio. Sono scomodi da citare, sono scomodi da porre All’attenzione dell’opinione pubblica. Ogni giorno decine di migliaia di operatori divisa rischiano la vita. Tanto nel caso di questa aggressione, ma è giusto pure ricordare il poliziotto impiegato al centro di accoglienza di Lampedusa, risultato positivo al covid. Io credo, ritornando al caso dell’aggressione di Palermo, che è necessario inasprire le pene verso coloro che commettono violenza nei confronti degli uomini e delle donne in divisa che, fin troppo spesso, non sono tutelati abbastanza quando operano su strada”, conclude l’esponente della Lega a Palazzo delle Aquile.

 

 

© Riproduzione Riservata
Tag:

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Serie Tv Medical Drama: Emozioni in corsia

Di serie tv Medical Drama ( serie tv ambientate in ospedale) ne sono state realizzate moltissime; soprattutto in questi ultimi anni, alcune  hanno riscosso un tale successo che i protagonisti sono diventati i medici o gli infermieri che tutti noi vorremmo incontrare

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Covid 19… per un nemico in più

Era il 1982, Riccardo Cocciante pubblicava il suo album ”Cocciante” e la canzone di successo fu “Per un amico in più”. In questa canzone il grande Riccardo ci descrive cosa non si fa per un amico in più.

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Classe dominante estrattiva

Nel mio ultimo saggio intitolato il lupo e l’agnello, pubblicato da Rubbettino, nelle librerie dal 1 luglio, tra i motivi del mancato sviluppo del Sud metto in evidenza quello della presenza di una classe dominante estrattiva

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.

Segreti e non misteri

di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin