Palermo, fermato uno spacciatore 26enne colto in flagrante allo Sperone :ilSicilia.it
Palermo

si nascondeva in un box adibito a bettola

Palermo, fermato uno spacciatore 26enne colto in flagrante allo Sperone

di
29 Gennaio 2021

La Polizia di Stato, nell’ambito di specifiche attività di controllo del territorio volte al contrasto del traffico di droga nel capoluogo, ha tratto in arresto, nella flagranza del reato di spaccio di hashish e marijuana, L. G., spacciatore palermitano di 26 anni.

L’arresto è maturato allo Sperone dove, nel corso di un’articolata attività infoinvestigativa, gli agenti del Commissariato di Polizia “Brancaccio” hanno predisposto un mirato servizio di osservazione e controllo del territorio in borghese, su auto civetta, nei pressi di un box adibito a bettola ubicato in Passaggio De Felice Giuffrida, conosciuto come luogo tradizionalmente teatro di episodi di spaccio di stupefacenti.

I poliziotti, da un luogo di osservazione favorevole, hanno potuto notare la cura con cui un giovane appena arrivato aveva nascosto un involcuro, verosimilmente contenente stupefacente, sopra una pensilina e la costanza con cui a quel nascondiglio ritornava e faceva riferimento dopo essere stato contattato da acquirenti, rimasti in paziente attesa nell’androne vicino la bettola.

Gli agenti della Polizia di Stato sono riusciti a documentare ben sei cessioni di sostanza stupefacente, alla luce degli esiti dei controlli cui sono stati sottoposti gli acquirenti, regolarmente fermati da altra pattuglia, a distanza di sicurezza.

Dopo aver raccolto sufficienti elementi a carico del pusher, gli agenti sono entrati in azione, bloccandolo e traendolo in arresto. L’Autorità Giudiziaria ha convalidato il provvedimento restrittivo.

© Riproduzione Riservata
Tag:

Blog

di Renzo Botindari

Quella celestiale melodia in “LA”

Il presenzialismo non finalizzato ad alcuna crescita è una opportunità sprecata, ecco perché trovo piacere di ospitare chi sappia apprezzare il valore del “regalo”.
Banner Telegram

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.

Rosso di sera

di Elio Sanfilippo

La Repubblica compie 75 anni!

Una delle cause principali delle difficoltà in cui versa il Paese, segnato da uno sbandamento anche morale, da una involuzione culturale e civile, nasce sicuramente dall’avere smarrito il senso di questa data, da un affievolirsi dei valori che sono stati alla base della nascita della Repubblica
Banner Italpress

Segreti e non misteri

di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin