Palermo, Ferrandelli: "Il Sindaco renda conto dei rapporti fiduciari e politici con gli implicati" | ilSicilia.it :ilSicilia.it
Palermo

ha dichiarato il leader di Più Europa

Palermo, Ferrandelli: “Il Sindaco renda conto dei rapporti fiduciari e politici con gli implicati”

2 Marzo 2020

“Chiedo al Sindaco di guardare in faccia la realtà, di non recitare il suo solito cliché e di prendersi fino in fondo la responsabilità politica della palude amministrativa in cui è proliferato il malaffare sotto la sua guida. Il quadro che sta emergendo in queste ore sui due settori più economicamente sensibili e rilevanti della macchina pubblica, l’edilizia privata e le attività produttive, impongono una seria presa di responsabilità, l’ammissione di una quota parte di fallimento politico e l’apertura di un dibattito sull’etica pubblica e la qualità del consenso.  Così ha dichiarato il leader di Più Europa, Fabrizio Ferrandelli  gli eventi di corruzione e le scelte del Sindaco di Palermo Leoluca Orlando.

“La nomina di un professionista, seppur stimato e rappresentativo, – continua il leader dell’opposizione  – in giunta è una bassa operazione di facciata che indigna e squalifica tutti quelli che hanno a cuore le istituzioni cittadine. Oggi è il momento della chiarezza e dell’ammissione del fallimento, non della squallida demagogia”.

Come ribadito stamane in un appello, condiviso da molti rappresentanti delle opposizioni e rivolto a tutti i consiglieri comunali, riteniamo che il Sindaco debba rendere conto dei rapporti fiduciari e politici che lo hanno legato a tutti gli implicati. Dalle nomine fiduciarie a Li Castri nella macchina comunale, nel cda di Amg, alla guida della commissione del Concorso internazionale di idee per la realizzazione milionaria delle linee del tram (vinto da un palermitano). Ed ancora della militanza della compagna di Monteleone tra le liste di Orlando alle scorse amministrative ed ancora tanto altro e della qualità della ricerca del consenso“.

Ed aggiungo che sarebbe un segnale di grande rispetto per le istituzioni cittadine presentarsi in aula dimissionario, consentendo alla città di poter voltare pagina libera dagli strascichi che sarebbero inevitabili nei mesi a venire” conclude Fabrizio Ferrandelli .

© Riproduzione Riservata
Tag:
Wanted
di Ludovico Gippetto

L’archeologia del “Do not cross” come tutela

Rubare nei siti archeologici è gravissimo. Un argomento molto caro all’archeologo Sebastiano Tusa, fermo sostenitore del principio del "Do not cross". Dove gli oggetti antichi vanno guardati ma non decontestualizzati rispetto all’ambiente di provenienza.
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Magistratura e politica

Dal blog "Segreti e non misteri", Alberto Di Pisa riflette sul difficile rapporto fra magistratura e politica, in uno sistema di diritto come quello italiano.
CapitaleMessina
di Gianfranco Salmeri

Dopo la pandemia non sarà mai come prima

Dopo una crisi così devastante come quella che stiamo superando, le cose non potranno tornare mai come prima, e non è neanche bene che ciò avvenga. Una riflessione sulla fase 2 dell'emergenza coronavirus di Gianfranco Salmeri.