Palermo, Ferrandelli presenta il report di un anno: "Noi opposizione costruttiva" | Videointervista :ilSicilia.it
Palermo

L'analisi del leader de i coraggiosi

Palermo, Ferrandelli presenta il report di un anno: “Noi opposizione costruttiva” | Videointervista

di
21 Dicembre 2018

Guarda la video intervista in alto

Un report puntuale su tutti gli atti amministrativi, con numeri di protocollo, atti di intervento, interrogazioni, atti ispettivi, mozioni e ordini del giorno per raccontare ai palermitani il lavoro svolto nel 2018: questo il documento che ha preparato il leader de I Coraggiosi in consiglio comunale a Palermo, Fabrizio FerrandelliAlle parole e ai nostri programmi abbiamo fatto seguire atti deliberativi ponendo l’Amministrazione o davanti le nostre pressioni o davanti le nostre proposte“.

Credo – continua il consigliere comunale – sia il modo migliore per essere valutati per l’operato e non soltanto per azioni formali“.

Ciò che spicca maggiormente di tutto ciò che è stato fatto è quello di avere “Rimesso ordine tra i conti del comune di Palermo e delle aziende e in effetti dopo le nostre pressioni, richieste, atti e audizioni, l’Amministrazione è stata costretta a fare chiarezza“.

Per quanto riguarda i progetti per Palermo, Ferrandelli dice: “Dopo avere fatto chiarezza sui conti adesso vogliamo che l’Amministrazione rimoduli i contratti di servizi delle aziende controllate. L’altra partita che vogliamo portare avanti è quella dei regolamenti, le associazioni di categoria di tutte le attività produttive di questa città, che ha bisogno di lavoro, soprattutto per chi non chiede contributi economici al Comune ma richiede soltanto i regolamenti per il suolo pubblico ad esempio o quelli per i mercati generali, di una normativa che sia chiara. Quindi, porteremo questa doppia azione in consiglio comunale“.

Altro tema importante che vogliamo affrontare è quello del piano regolatore che tiene dentro la mobilità, infrastrutture, tram, riorganizzazione delle Coste, del verde. Noi avevamo un programma di governo per la città, e stiamo cercando di seguire la road map di tutto quello che avremmo voluto fare se fossimo stati eletti. Adesso vogliamo provare a portare avanti le nostre proposte e siamo convinti che i nostri argomenti e con il buon senso di tanti si potranno vedere dei fatti eclatanti anche in consiglio comunale come consiglieri eletti con altre forze politiche potrebbero convergere sulle nostre iniziative e noi è quello che ci auguriamo perchè abbiamo i contenuti come dimostra il report che abbiamo consegnato” conclude Ferrandelli.

SCARICA IN BASSO IL REPORT:

report-pdf

 

© Riproduzione Riservata
Tag:

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Serie Tv Medical Drama: Emozioni in corsia

Di serie tv Medical Drama ( serie tv ambientate in ospedale) ne sono state realizzate moltissime; soprattutto in questi ultimi anni, alcune  hanno riscosso un tale successo che i protagonisti sono diventati i medici o gli infermieri che tutti noi vorremmo incontrare
Banner Telegram

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Covid 19… per un nemico in più

Era il 1982, Riccardo Cocciante pubblicava il suo album ”Cocciante” e la canzone di successo fu “Per un amico in più”. In questa canzone il grande Riccardo ci descrive cosa non si fa per un amico in più.

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Classe dominante estrattiva

Nel mio ultimo saggio intitolato il lupo e l’agnello, pubblicato da Rubbettino, nelle librerie dal 1 luglio, tra i motivi del mancato sviluppo del Sud metto in evidenza quello della presenza di una classe dominante estrattiva

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.

Segreti e non misteri

di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin