Palermo, Ferrandelli pronto a dimettersi: "Città in dissesto, l'era Orlando è finita"| Video Interviste :ilSicilia.it
Palermo

L'annuncio durante una conferenza

Palermo, Ferrandelli pronto a dimettersi: “Città in dissesto, l’era Orlando è finita”| Video Interviste

6 Ottobre 2018

Guarda le video interviste in alto

Nuove polemiche contro l’Amministrazione Orlando che barcolla sotto il peso delle opposizioni sempre più rumorose contro la politica del primo cittadino di Palermo. In una conferenza Fabrizio Ferrandelli, consigliere comunale di Palermo – leader de “I Coraggiosi” e Cesare Mattaliano, capogruppo de “I Coraggiosi” in Consiglio comunale a Palermo hanno annunciato di avere presentato le “dimissioni da Consiglieri“.

fabrizio-ferrandelli“Il sindaco di Palermo continua a non presentarsi in Consiglio nonostante le ripetute richieste. È chiara la grave condizione finanziaria e funzionale in cui si trova il Comune di Palermo e le conclusioni della relazione con cui il collegio dei Revisori invita l’Amministrazione a intervenire con urgenza per superare le criticità rilevate non lasciano spazio ad interpretazioni nè a speculazioni politiche” spiega Fabrizio Ferrandelli.

cesare-mattalianoAbbiamo presentato le nostre dimissioni da consiglieri comunali; è arrivato il momento di mettere un freno al grave dissesto in cui si trova Palermo. Per noi vengono prima i cittadini, è arrivato il momento di dare un segnale concreto. Auspichiamo che anche gli altri consiglieri prendano una posizione chiara rispetto a questa situazione che evidentemente non può più andare avanti” affermano Ferrandelli e Mattaliano.

Nel corso dell’incontro sono stati presentati dati e numeri del dissesto in cui versa il comune di Palermo che causano pesanti disagi ai cittadini che quotidianamente segnalano problemi che arrivano da tutte le zone della città.

 

 

Tag:
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

L’Indivia e l’Invidia?

Ricordate ognuno è ciò di cui si circonda, se ci si circonda del nulla e se si dà spazio al nulla è perché per primi non si crede nel nostro valore e tutto questo credetemi non potrà durare, si ci vorrà ancora del tempo, ma questo “giorno della marmotta finirà”.
LiberiNobili
di Laura Valenti

Caino e Abele

L’odio tra fratelli genera nei genitori un forte dispiacere. Si chiedono: “dove abbiamo sbagliato?”. Trovare il colpevole non serve a risolvere la questione. Provate a studiare una soluzione di compromesso e, se non trovate terreno fertile, considerate le ragioni divine di questo impasse.
Sanità in Sicilia
di Salvatore Corrao

Cos’è la Medicina interna e perché può essere una risorsa per il Sistema sanitario nazionale

Un grande maestro il professore Giacinto Viola scriveva sul suo trattato di Medicina Interna del 1933: “in Clinica tutto è improvvisazione, caso per caso, e gli ammalati così diversi sempre, anche quando hanno la stessa malattia, sono poi così mobili nei loro sintomi e fatti obiettivi, che spesso ciò che di essi si dice alla sera non è più vero al mattino”. 
Wanted
di Ludovico Gippetto

“I vestiti nuovi” della dea di Morgantina

Il caso della famigerata dea di Morgantina, ritornata in Sicilia nel 2011 dopo una lunga trattativa con uno dei più grandi musei del pianeta: il J. Paul Getty Trust di Malibu, in California.
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Il 25 aprile festa della libertà tra memoria e impegno

Anche quest’anno la ricorrenza del 25 aprile non è immune da polemiche insulse e pretestuose che puntano a delegittimare e a ridimensionare la portata storica di quel straordinario avvenimento che fu la Resistenza, quel grande movimento di popolo che restituì agli italiani la libertà e cancellò la vergognosa pagina del fascismo.