Palermo: finisce la fuga del detenuto evaso durante il Festino, si costituisce in carcere :ilSicilia.it
Palermo

Solo 18 giorni di libertà

Palermo: finisce la fuga del detenuto evaso durante il Festino, si costituisce in carcere

di
31 Luglio 2019

È durata 18 giorni la fuga di Alessandro Cannizzo, 44 anni, il detenuto messinese evaso un paio di settimane fa a Palermo durante la preparazione del carro di Santa Rosalia, affidata quest’anno ai detenuti dell’Ucciardone.

Cannizzo stamattina si è costituito nel carcere milanese di Bollate. Scelto tra gli esecutori del carro del Festino in onore della patrona di Palermo, Cannizzo era ritenuto un “detenuto modello” e aveva seguito i corsi teatrali condotti dall’attore e regista Lollo Franco.

In queste settimane si sono rincorse diverse voci: chi lo dava in Francia, chi in Spagna.

L’uomo, per giustificare la sua assenza da casa, aveva raccontano alla figlia di essere in Alaska per una missione. Aveva scontato quasi due anni per truffa e gliene restavano sette. Il Dipartimento dell’amministrazione penitenziaria deciderà adesso se trasferirlo nuovamente a Palermo.

 

LEGGI ANCHE:

Palermo: il latitante del Festino è in Spagna, ora vuole tornare a casa

© Riproduzione Riservata
Tag:
L'angolo della dietista
di Marina Sutera

Empatia e dieta

L’importanza della relazione con il professionista della salute, in una dieta per raggiungere il peso desiderabile e la cura delle emozioni. Cos'è l'empatia?
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Scandali in Vaticano

E’ di questi giorni lo scandalo che ha coinvolto il Vaticano e ha portato alla decisione di Papa Francesco di far dimettere il cardinale Angelo Becciu, diplomatico di carriera, dalla guida della Congregazione dei Santi e dalle funzioni di cardinale.
Come se fosse Antani
di Giovanna Di Marco

Docenti indecenti

Noi docenti siamo dei ladri: abbiamo tre mesi di vacanza in estate, rubiamo lo stipendio anche durante le vacanze di Natale e di Pasqua, per