Palermo, flop delle sardine a Piazza Sant'Anna :ilSicilia.it
Palermo

circa trecento gli attivisti

Palermo, flop delle sardine a Piazza Sant’Anna

di
26 Gennaio 2020

Circa trecento persone riunite a piazza Sant’Anna per la manifestazione del movimento delle sardine. Nulla a che vedere con la piazza affollata del Massimo di Palermo del 22 novembre. Giovani e meno, partigiani, migranti, che insieme hanno cantato sulle note di Imagine di John Lennon, in un corteo che si è svolto contemporaneamente nelle nove province siciliane e alla vigilia del voto in Emilia Romagna. Infrastrutture e migrazione giovanile, le carenze principali riscontrate nella staffetta per la Sicilia.

In questa nuova fase del movimento l’idea è quella di radicarsi nel territorio e di organizzare tante piccole manifestazioni in contemporanea e di riempirle di contenuti“, dice l’attivista delle sardine Leandro Spilla.

La democrazia partecipativa è la vera democrazia. Esiste un popolo che deve partecipare per esporre i propri temi e le proprie volontà“, commenta Giovanni La Spada portavoce delle Sardine a Palermo.

La delegittimazione di tutta la politica ci ha portati a rendere tutto vano, non esistono più i valori, non esistono più le ideologie. Noi vogliamo dimostrare – dice l’attivista Barbara Li Castri – che in realtà non è così. Speriamo di essere un pungolo per una politica più responsabile“.

Le iniziative di ieri sera sono state a Palermo in piazza Sant’Anna; a Catania in piazza Bellini; a Siracusa in piazza Archimede; a Enna in via Mercato Sant’Antonio; ad Agrigento in piazza Cavour; a Trapani nel palazzo Cavarretta; a Milazzo in via Giacomo Medici; a Modica in piazza Principe di Napoli; a Delia, nel Nisseno, in piazza del Carmelo.

© Riproduzione Riservata
Tag:
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

“È arrivato Zampanò!”

Non posso non constatare che da qualche anno si è dichiarato guerra alla strada. Io sono cresciuto per strada, ho giocato sui marciapiedi, e a pallone per strada perché di certo non sapevo che cosa fosse un campo in erba...
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Mafia e antimafia

Dovendo parlare di mafia ed antimafia non si può non andare con la mente al 10 gennaio 1987 allorquando Leonardo Sciascia rilasciò una intervista al Corriere della Sera parlando di professionisti dell’antimafia
CapitaleMessina
di Gianfranco Salmeri

Dopo la pandemia non sarà mai come prima

Dopo una crisi così devastante come quella che stiamo superando, le cose non potranno tornare mai come prima, e non è neanche bene che ciò avvenga. Una riflessione sulla fase 2 dell'emergenza coronavirus di Gianfranco Salmeri.