24 Maggio 2019 - Ultimo aggiornamento alle 17.32

Parole forti di Bellusci al termine della partita che chiede aiuto a tifosi e stampa ....

Palermo-Foggia 0-0, lo sfogo di Bellusci in sala stampa

5 Febbraio 2019

Palermo-Foggia 0-0

IL TABELLINO

PALERMO (4-3-2-1): Brignoli; Rispoli, Szyminski, Bellusci, Salvi; Murawski (91′ Fiordilino), Jajalo, Haas (65′ Chochev); Falletti (78′ Cannavò), Trajkovski; Puscas.

A disposizione: Avogadri, Pomini, Accardi, Ingegneri, Aleesami, Lo Faso.

Allenatore: Stellone.

FOGGIA (4-3-2-1): Leali; Ngawa (51′ Loiacono), Billong, Martinelli, Ranieri (91′ Ingrosso); Gerbo, Greco, Kragl; Galano, Busellato (83′ Agnelli); Iemmello.

A disposizione: Sarri, Noppert,Deli, Cicerelli, Mazzeo, Chiaretti, Marcucci, Boldor, Matarese.

Allenatore : Padalino.

ARBITRO: Ghersini di Genova (Raspollini, Scatragli).
IV° UFFICIALE: Guccini di Albano Laziale.

Ammoniti: 25′ Gerbo (F), 32′ Salvi (P), 40′ Murawski (P), 63′ Falletti (P)

In sala stampa il difensore del Palermo, che ha avuto un battibecco con i tifosi della tribuna al termine della partita, chiede scusa ma fa un accorato appello a comprendere il momento della squadra e della società e la necessità di sentire vicini i tifosi. Appello rivolto anche alla stampa per aiutare la squadra in questo momento di difficoltà a raggiungere l’obiettivo finale che quest’anno deve essere la promozione in serie A.

Tag:
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

Per chi forse ha già dimenticato

“Dottore questa volta non ce l’ho fatta, non ho fatto storie, non ho permesso a loro di attaccarmi le lunghe maniche bianche dietro la schiena, non ho voluto fare il “bastian contrario” come sempre e ho preso la loro medicina. A che serviva ancora dire che non era giusto? E poi a chi? In quanti siamo rimasti? Mi sono dovuto prostrare come tutti, mi sono dovuto distrarre, avrei dovuto imparare ad essere più ipocrita, mi sarebbe bastato vendere il mio intelletto".
. Rosso & Nero .
di Alberto Samonà

Il ricordo di Falcone: un’occasione persa per una memoria condivisa

Oggi è una di quelle date che dovrebbe essere patrimonio di tutti e invece, il ricordo del giudice Giovanni Falcone, della moglie Francesca Morvillo, e degli agenti della scorta Vito Schifani, Rocco Dicillo e Antonio Montinaro, è diventato l'occasione per divisioni, distinguo, accuse, veleni, lenzuoli di protesta ai balconi e contromanifestazioni.
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Il 25 aprile festa della libertà tra memoria e impegno

Anche quest’anno la ricorrenza del 25 aprile non è immune da polemiche insulse e pretestuose che puntano a delegittimare e a ridimensionare la portata storica di quel straordinario avvenimento che fu la Resistenza, quel grande movimento di popolo che restituì agli italiani la libertà e cancellò la vergognosa pagina del fascismo.