Palermo: giovane aggredito su bus dopo molestia sessuale ad una ragazza :ilSicilia.it
Palermo

sul 619

Palermo: giovane aggredito su bus dopo molestia sessuale ad una ragazza

di
13 Novembre 2021

L’aggressione al giovane originario dello Sri Lanka, ma residente da anni a Palermo, sarebbe stata scaturita da una molestia sessuale.

E’ quanto hanno ricostruito gli agenti del commissariato San Lorenzo che in queste ore hanno fatto luce sulla rissa avvenuta ieri sera su un autobus della linea 619. Un gruppo di cinque ragazzi dello Zen, alcuni minorenni, si è scagliato contro un ventenne per difendere una ragazza, anche lei originaria dello Sri-Lanka, molestata dal giovane.

I poliziotti hanno sentito per tutta la sera l’autista del bus, la ragazza importunata, la vittima del pestaggio e i cinque ragazzi per ora solo identificati. Dall’incrocio dei racconti è emersa la molestia del ventenne nei confronti dalla ragazza, iniziata non appena i due sono saliti sul bus. L’intervento dei cinque ragazzi sarebbe avvenuto per difendere la giovane, davanti a una ventina di altri passeggeri. E’ a quel punto che l’autista ha dato l’allarme al 112 e sul posto sono intervenute le volanti della questura e del commissariato San Lorenzo. Gli agenti per prima cosa hanno messo in sicurezza gli altri passeggeri, facendoli scendere.

Poi vista l’aggressività e le diverse versioni raccontate dai protagonisti, hanno deciso di scortare il mezzo pubblico in commissariato dove tutti i protagonisti della vicenda sono stati interrogati. Il ventenne è stato poi medicato in pronto soccorso, ha una prognosi di qualche giorno per gli ematomi e le escoriazioni al volto. La ragazza non ha ancora sporto denuncia. Per i cinque giovani, tutti identificati, la polizia sta valutando se indagarli per interruzione di pubblico servizio. Per l’aggressione infatti, con i pochi giorni di prognosi, dovrà essere la vittima a denunciarli. E il ventenne al momento non lo ha fatto.

“Il gesto dell’autista dell’Amat, che ha difeso un ragazzo aggredito, dimostra la sensibilità e lo spirito di abnegazione dei lavoratori della nostra azienda pubblica di trasporto urbano. Un plauso all’autista e un sentito apprezzamento alle forze dell’ordine che sono intervenute prontamente”, dice Giusto Catania, assessore alla mobilità e ai rapporti funzionali con Amat.

© Riproduzione Riservata
Tag:

La GiombOpinione

di Il Giomba

VaffanCovid

A te che vuoi toglierci tutte le speranze ed i progetti sul futuro, a te che pretendi di non darci nessuna tregua, un sincero ed accorato... VaffanCovid!

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Anno nuovo, tante novità in arrivo

Con l'arrivo del 2022, le varie piattaforme streaming hanno annunciato molte novità  che riguardano sia nuove stagioni di serie già andate in onda, sia diverse interessanti nuove serie.

Agenda

di Renzo Botindari

Memento di una Persona Perbene

Mentre tutti oggi onorano la rimembranza di questi personaggi, io amareggiato penso a quelle che saranno state le loro ultime ore di vita, delusi, traditi e chiusi in sé stessi nell’attesa che qualcosa di brutto potesse accadergli.

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Il colpo di mano sull’autonomia differenziata

Subdolamente con un inserimento nella legge di bilancio sta passando l’autonomia differenziata. Si tratta di un collegato alla legge di bilancio fatto passare nella notte che sta riportando il tema dell’autonomia in corsa per essere approvato.
Banner Telegram

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Una politica con troppi Capi e pochi Leader

Sono giorni frenetici per la politica nazionale e siciliana. Iniziano assemblee, vertici e riunioni dei partiti per discutere le migliori strategie, per non perdere posizioni e leadership nelle varie coalizioni. Ma tutto ciò serve veramente a qualcosa?

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.

Segreti e non misteri

di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin