Palermo, gli studenti nel ricordo di Pio La Torre e Rosario Di Salvo | FOTO :ilSicilia.it
Palermo

La nota di Pino Apprendi

Palermo, gli studenti nel ricordo di Pio La Torre e Rosario Di Salvo | FOTO

di
30 Aprile 2019

SCORRI LE FOTO IN ALTO

La villetta intitolata a Rosario Di Salvo, in via Nazario Sauro, nel quartiere Noce a Palermo, dove due anni fa Sergio Infuso e Pino Apprendi fecero installare  l’opera del maestro Giuntini che raffigura i due politici Pio La Torre e Rosario Di Salvo, è stato animato dai ragazzi delle scuole della rete Rosa Noce, che hanno partecipato insieme ai loro insegnati per rendere loro omaggio.

I ragazzi hanno “raccontato” chi erano i due politici, uccisi barbaramente dalla mafia, mettendo in risalto la lotta per la Pace, contro l’installazione dei missili a Comiso e sul fronte della lotta alla mafia con la legge sui beni confiscati, c’è  stato spazio per leggere il testo di un rap contro la mafia, scritto da uno degli studenti, infine hanno legato ai rami di un albero una serie di biglietti con dei messaggi.

Ringraziamo i docenti delle scuole De Amicis, Antonio Ugo, Aristide Gabelli, Rapisardi, Pestalozzi e Cavour, per il lavoro tangibile fatto con gli alunni  per mantenere viva la memoria.

Presenti alla iniziativa l’Assessore Giovanna Marano che ha portato il saluto del Sindaco, il Presidente della V Circoscrizione Fabio Teresi e i consiglieri Altadonna e Riccobono. Presente anche una rappresentanza del circolo PD Noce.

Lo dice rende noto Pino Apprendi presidente di Antigone Sicilia.

 

LEGGI ANCHE:

Palermo, scuola: in ricordo di Rosario di Salvo e Pio La Torre

© Riproduzione Riservata
Tag:
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

“È arrivato Zampanò!”

Non posso non constatare che da qualche anno si è dichiarato guerra alla strada. Io sono cresciuto per strada, ho giocato sui marciapiedi, e a pallone per strada perché di certo non sapevo che cosa fosse un campo in erba...
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Mafia e antimafia

Dovendo parlare di mafia ed antimafia non si può non andare con la mente al 10 gennaio 1987 allorquando Leonardo Sciascia rilasciò una intervista al Corriere della Sera parlando di professionisti dell’antimafia
CapitaleMessina
di Gianfranco Salmeri

Dopo la pandemia non sarà mai come prima

Dopo una crisi così devastante come quella che stiamo superando, le cose non potranno tornare mai come prima, e non è neanche bene che ciò avvenga. Una riflessione sulla fase 2 dell'emergenza coronavirus di Gianfranco Salmeri.