Palermo, il sindaco Orlando su Rap: "Grave assenza di Norata in Consiglio" :ilSicilia.it
Palermo

ATTESA COLLABORAZIONE FUTURA

Palermo, il sindaco Orlando su Rap: “Grave assenza di Norata in Consiglio”

di
23 Ottobre 2020

Nella giornata odierna si è svolto l’incontro in Consiglio Comunale con il sindaco di Palermo Leoluca Orlando per discutere della “mobilità interaziendale fra Rap e Reset“, ma l’assenza del presidente Giuseppe Norata ha fatto molto discutere.

Ritengo un grave errore l’assenza del presidente della Rap in Consiglio comunale oggi – inizia il sindaco -, perché appare poco rispettosa del ruolo dello stesso Consiglio, nonché dei rapporti fra l’azienda e l’amministrazione“.

Siamo ben consci delle difficoltà in corso per la Rap – ha poi continuato -, per altro rispecchiate dalle difficoltà nell’espletamento di alcuni servizi, ma non per questo possiamo accettare comportamenti come quello di oggi. Il tema in discussione, quello della mobilità interaziendale fra Rap e Reset non è secondario e la sua rapida soluzione porterà benefici ad entrambe, oltre che alla qualità dei servizi resi ai cittadini“.

L’amministrazione è impegnata a sostenere in ogni modo la Reset e la Rap, i loro lavoratori e i servizi resi – conclude -. Ci aspettiamo da Rap e da ogni azienda lo stesso spirito di collaborazione“.

© Riproduzione Riservata
Tag:

‘La caduta, eventi e protagonisti in Sicilia: 1972-1994’: l’analisi di Calogero Pumilia

Calogero Pumilia, per oltre vent’anni deputato democristiano, nel suo “La Caduta. Eventi e protagonisti in Sicilia 1972-1994“, in libreria in questi giorni, ci offre un contributo in questo senso regalandoci una lettura dal di dentro che consente di farci scoprire come molte leggende metropolitane, spacciate per verità storica, debbano essere riviste.
Blog
di Giovanna Di Marco

Lidliota. E non è un romanzo

Ora mi chiedo come ci siamo ridotti se davvero su internet vanno a ruba le scarpe vendute alla Lidl a prezzi esorbitanti, perché pare che
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin