22 maggio 2018 - Ultimo aggiornamento alle 11.01
caronte manchette
caronte manchette
Palermo

la denuncia dell'associazione comitati civici

Palermo, in piazza Bottego “un nuovo cantiere abbandonato”. Un’altra opera incompiuta?

16 maggio 2018

PALERMO – Piazza Bottego, tra via Bari e via Napoli, è stata liberata recentemente dalla recinzione decennale, realizzata nel 2009, quando l’Amministrazione autorizzò la “Aurora Costruzioni s.r.l.” per poter collocare una gru per il restauro di palazzo Gualtieri Averna. Successivamente la gru fu dismessa, ma per diverso tempo è stata mantenuta la palizzata.

Su disposizione del sindaco Leoluca Orlando e dell’assessore alla Rigenerazione Urbanistica e Urbana Emilio Arcuri, per il tramite dell’ufficio città storica, il Coime avviò, successivamente, i lavori di liberazione per la dismissione della palizzata e il ripristino dello stato dei luoghi per restituire la piazza alla cittadinanza.

palermoMa in realtà, oggi, piazza Bottego, appare in  stato di abbandono e la segnalazione, arriva  dall’associazione comitati civici Palermo, che attraverso alcune foto, ha documentato la situazione attuale e denuncia: “Al posto della recinzione adesso c’è un cantiere aperto privo del cartello contenente le indicazioni, come previsto dalla normativa vigente.

Tale cartello – continuano dall’associazione – indicante il titolo abilitativo ed i nominativi dei responsabili, nonché la data di inizio e fine lavori, deve essere esposto in loco per tutta la fase di esecuzione dei lavori sulla pubblica strada. 

palermoUn cantiere aperto non si sa da chi. Durata dei lavori, committente, descrizione, i cittadini sono lasciati all’oscuro, mentre gli operai si son visti solo per pochi giorni ed ora sembra tutto abbandonato.

Questa mancanza di trasparenza e di rispetto nei confronti dei cittadini è il marchio che contraddistingue un’Amministrazione che non accetta critiche e pretende un consenso incondizionato dai palermitani, altrimenti tacciati di essere dei “nostalgici orfani della preistoria” (citazione testuale sindaco Orlando)”

Tag:
Andiamo a quel Paese
di Valerio Bordonaro Marco Scaglione

Diario di Singapore – Seconda Parte

Opportunità di business per le aziende siciliane, sia nella grande distribuzione, sia in hotel, ristoranti e catering. A Singapore i prodotti che potrebbero avere mercato sono: i preparati per gelato, i dolci da forno, i formaggi, le birre semi-artigianali, le conserve di verdura e le conserve ittiche.