Palermo: incendiata auto di un dirigente Reset, indagini in corso :ilSicilia.it
Palermo

FIAMME IN VIA PINDARO

Palermo: incendiata auto di un dirigente Reset, indagini in corso

di
1 Giugno 2020

Un incendio è divampato nella notte a Palermo, più precisamente in via Pindaro, nello spazio esterno di una villa della borgata marinara di Mondello. Un’auto è stata danneggiata dalle fiamme.

L’incendio, che si ipotizza essere di natura dolosa, è stato domato grazie all’intervento dei vigili del fuoco e della polizia. Alcuni testimoni avrebbero notato qualcuno vestito di scuro e incappucciato che scavalcava il cancello. Il proprietario dell’auto ha detto agli agenti di non avere subito minacce.

LA SOLIDARIETA’ DELLE ISTITUZIONI

Solidarietà da parte del sindaco Leoluca Orlando e dal presidente della Reset Antonio Perniciaro.

Il cammino di legalità ed efficienza della Reset non sarà fermato dagli atti incivili e violenti di alcuni criminali. Nell’esprimere la nostra più totale solidarietà al dirigente dell’azienda vittima di questo vile attacco, confidiamo nel lavoro degli investigatori perché al più presto i responsabili siano assicurati alla giustizia“.

Nei loro confronti sia l’amministrazione comunale sia la Reset si costituiranno parte civile per sottolineare ancora una volta la forte presa di posizione a tutela della governance e di tutti i lavoratori onesti che garantiscono alla città servizi essenziali.

© Riproduzione Riservata
Tag:
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Cosa succederà dopo Orlando?

Un articolo di Maurizio Zoppi per IlSicilia.it ha sollevato un problema molto importante per la città di Palermo. Chi sarà il successore di Orlando e, soprattutto, che succederà dopo Orlando?
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Mafia e antimafia

Dovendo parlare di mafia ed antimafia non si può non andare con la mente al 10 gennaio 1987 allorquando Leonardo Sciascia rilasciò una intervista al Corriere della Sera parlando di professionisti dell’antimafia
Wanted
di Ludovico Gippetto

L’archeologia del “Do not cross” come tutela

Rubare nei siti archeologici è gravissimo. Un argomento molto caro all’archeologo Sebastiano Tusa, fermo sostenitore del principio del "Do not cross". Dove gli oggetti antichi vanno guardati ma non decontestualizzati rispetto all’ambiente di provenienza.
CapitaleMessina
di Gianfranco Salmeri

Dopo la pandemia non sarà mai come prima

Dopo una crisi così devastante come quella che stiamo superando, le cose non potranno tornare mai come prima, e non è neanche bene che ciò avvenga. Una riflessione sulla fase 2 dell'emergenza coronavirus di Gianfranco Salmeri.