Palermo, la Giunta Orlando è pronta per il rimpasto: chi rimane fuori e chi è dentro? :ilSicilia.it
Palermo

Il sindaco punta su Fabio Giambrone

Palermo, la Giunta Orlando è pronta per il rimpasto: chi rimane fuori e chi è dentro?

di
26 Settembre 2018

Rimpasto in vista per la Giunta Orlando. Almeno, questo pare da indiscrezioni che circolano sempre più insistenti nei corridoi della politica. Come scrive nell’edizione odierna il Giornale di Sicilia, a lasciare Palazzo delle Aquile potrebbero essere l’assessore alla mobilità Iolanda RioloGaspare Nicotri che attualmente possiede la delega al Personale e Antonino Gentile al Bilancio.

Al bivio si trova Fabio Giambrone, attuale presidente della Gesap, a cui l’incarico scadrà a breve e che vorrebbe mantenere il suo posto, mentre il sindaco di Palermo Leoluca Orlando lo vorrebbe al suo fianco.

Sulla sua permanenza alla Gesap c’è, però, una spada di Damocle: infatti, esiste una norma presente nella riforma Madia che impedisce ai dipendenti comunali, come nel caso di Giambrone, di amministrare società a prevalente partecipazione pubblica, quindi, se così dovesse essere lui sarebbe fuori. La norma potrebbe però essere interpretata in modo differente ossia applicandola solo alle società in house e non a quelle, come nel caso della Gesap, in cui l’Amministrazione Orlando ha solo una quota di partecipazione.

Nel dubbio il Sindaco ha chiesto un parere al ministero della Funzione pubblica, la cui risposta dovrebbe arrivare a breve, si attende dunque la conferma da Roma per vedere i prossimi passi di Orlando che potrebbe mettere il piede sull’acceleratore qualora Giambrone dovesse trovarsi nella posizione di lasciare la Gesap.

A prendere il posto degli uscenti, potrebbero essere Leopoldo Piampiano di Sicilia Futura, dal Pd potrebbe arrivare Teresa Piccione vicina a Giuseppe Lupo, ma non è da escludere il consigliere comunale “faraoniano” Dario Chinnici, per Sinistra Comune i papabili sono i consiglieri comunali Giusto Catania e Barbara Evola o un nome più esterno che sarebbe Giuseppe Marsala.

LEGGI ANCHE:

Palermo. Orlando incontra la maggioranza, sul tavolo il rimpasto della giunta

 

 

 

 

© Riproduzione Riservata
Tag:

Blog

di Renzo Botindari

La strada ed il pallone

Quanti di voi sono cresciuti giocando per strada, hanno frequentato le scuole pubbliche, dovendo crescere a volta prima del previsto? Cosa oggi hanno imparato e cosa possono consigliare alle nuove generazioni?

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Serie Tv: tante le novità in arrivo

Terminato o allentato il blocco delle produzioni a causa della pandemia, le nuove stagioni di molte Serie tv (alcune delle quali  attesissime perché conclusive) arriveranno a breve sugli schermi

Rosso di sera

di Elio Sanfilippo

Aldo Rizzo: una risorsa sprecata

Nei giorni scorsi abbiamo appreso la triste notizia della scomparsa di Aldo Rizzo conosciuto e apprezzato prima come magistrato e poi come politico e amministratore pubblico.
Banner Telegram

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Una politica con troppi Capi e pochi Leader

Sono giorni frenetici per la politica nazionale e siciliana. Iniziano assemblee, vertici e riunioni dei partiti per discutere le migliori strategie, per non perdere posizioni e leadership nelle varie coalizioni. Ma tutto ciò serve veramente a qualcosa?

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Classe dominante estrattiva

Nel mio ultimo saggio intitolato il lupo e l’agnello, pubblicato da Rubbettino, nelle librerie dal 1 luglio, tra i motivi del mancato sviluppo del Sud metto in evidenza quello della presenza di una classe dominante estrattiva

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.

Segreti e non misteri

di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin