Palermo, la natura approda a piazza del Parlamento: i giardini dinamici reali gratis :ilSicilia.it
Palermo

Sabato 1 giugno alle 10,30

Palermo, la natura approda a piazza del Parlamento: i giardini dinamici reali gratis

29 Maggio 2019

Sabato 1 giugno alle 10,30 a Piazza del Parlamento, davanti al Palazzo Reale di Palermo, sarà visibile il primo step del giardino culturale dinamico Passage to Mediterranean“.

È un’iniziativa dell’Assemblea Regionale Siciliana, della Fondazione Federico II in collaborazione con Fondazione Radicepura, nell’ambito di Radicepura Garden Festival, biennale del giardino mediterraneo.

La presentazione del giardino dinamico si terrà ad un anno esatto dall’apertura dei giardini reali musealizzati e inseriti definitivamente nel percorso turistico del Complesso monumentale di Palazzo Reale.

Per celebrare questa ricorrenza i giardini reali saranno visitabili gratuitamente.

Il giardino dinamico, ideato da un team di giovani paesaggisti turchi, diviene simbolo di dialogo tra culture e inserisce un elemento naturale su una piazza finora dominata dall’asfalto.

Saranno presenti il presidente dell’Assemblea Regionale Sicilia Gianfranco Miccichè, il direttore generale della Fondazione Federico II Patrizia Monterosso e il vicepresidente della Fondazione Radicepura Mario Faro.

La Fondazione Federico II intende creare una reciprocità tra i Giardini Reali e il Palazzo e tra il Palazzo e il Cassaro, aprendo i propri spazi e diventando luogo di accoglienza.

 

LEGGI ANCHE:

Radicepura Garden Festival: al via la biennale del giardino mediterraneo | VIDEO

Tag:
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

Io guardo e rido, in questo momento

Io credevo che il vecchio mondo, i grandi popoli stessi avrebbero condiviso la loro parte migliore per far nascere una Europa grande unica e coesa che desse il meglio di sé stessa e invece alle prime difficoltà serie, abbandonati codici e decimetri, son venute fuori le profonde differenze e gli egoismi.
Come se fosse Antani
di Giovanna Di Marco

“Calati juncu, ca passa la china”

Al famoso termine‘resilienza’, oggi abusato ben oltre il campo d’indagine della psicologia, perché fa trendy ed è dunque omologato e omologante, voglio opporre un proverbio siciliano: “Calati juncu, ca passa la china”, ovvero “Giunco, piegati per fare passare la piena del fiume”
Sanità in Sicilia
di Salvatore Corrao

Covid 19: cosa è bene sapere

Tutti e tre questi virus hanno come serbatoio animale i pipistrelli. Il passaggio delle infezioni virali da animale a uomo sono molto rare ma nel caso dei coronavirus sopra riportati il virus è riuscito a passare nell’essere umano e si è diffuso da persona a persona