Palermo, la Rap si prepara alla protesta: nuova emergenza rifiuti in vista :ilSicilia.it
Palermo

Non arrivano i soldi per i viaggi dei rifiuti

Palermo, la Rap si prepara alla protesta: nuova emergenza rifiuti in vista

di
13 Gennaio 2020

La Rapannaspa‘. I 7 milioni di euro da parte della Regione Siciliana non arrivano per pagare i viaggi dei rifiuti a causa della chiusura di Bellolampo. Il Comune non li anticipa.

I sindacati annunciano la mobilitazione e i disservizi sono evidenti. “Nel solo periodo compreso tra il 26 luglio e il 31 dicembre 2019 i gestori privati hanno emesso fatture per poco più 11 milioni di euro, cinque dei quali sono già stati pagati dall’azienda di igiene ambientale di Palermo, nell’attesa che il governo regionale mantenga l’impegno assunto per il trasferimento di almeno 7,5 milioni, anche il Comune di Palermo, si è impegnato a riconoscere alla Rap le somme necessarie a fronteggiare questi extra costi ma, nelle ultime settimane, la burocrazia comunale ha ingessato le operazioni propedeutiche alla certificazione di tale credito“.

La Fit Cisl Sicilia, con il segretario generale Dionisio Giordano, interviene così sulla vicenda del pagamento degli extra costi che la Rap sta sostenendo per il trasporto e il conferimento nelle discariche catanesi dei rifiuti prodotti a Palermo, a causa della saturazione della VI vasca di Bellolampo e della mancata realizzazione della settima da parte della Regione.

Dionisio Giordano, Fit Cisl Sicilia
Dionisio Giordano, Fit Cisl Sicilia

Regione e Comune – aggiunge Giordano – hanno disatteso gli impegni assunti e i vari annunci, e per onorare questi costi aggiuntivi la Rap si è ritrovata in ritardo con il pagamento dei contributi da lavoro, avviando la rateizzazione verso l’INPS e ha inoltre registrato l’incremento del proprio debito nei confronti dei fornitori e dei manutentori dei mezzi, con ripercussioni evidenti sulla qualità del servizio che già risente della carenza di personale“.

Sul tema del personale poi – prosegue – è  bene fare chiarezza, considerato che 2.500 erano i lavoratori Rap nel 2013, 1790 sono oggi e se l’azienda ha formalizzato la necessità di assumere più di 200 lavoratori tra operatori ed autisti, naturalmente idonei fisicamente a svolgere tali mansioni, il Comune ha invece rappresentato le sue esigenze in una logica di aziende partecipate. Sia chiaro a tutti che incrementare il costo del lavoro senza prima mettere in equilibrio finanziario la società, proprio con riferimento agli extra costi dei conferimenti in discarica, sarebbe schizofrenico“.

Agli 11 milioni di euro del 2019 si aggiungeranno i costi extra per il 2020, un vero e proprio ‘annus terribilis‘ con una previsione di circa 25 milioni solo per il trasferimento e conferimento dei rifiuti fuori Bellolampo. Se la Regione non mantiene gli impegni economici assunti, se la gara per la realizzazione della settimana vasca continua a essere una chimera, se la burocrazia comunale si avvinghia in contrapposizioni interne non producendo atti concreti per il riconoscimento del credito all’azienda, di certo non potranno essere i lavoratori a pagare per colpe e responsabilità altrui. Ci prepariamo alla mobilitazione“.

© Riproduzione Riservata
Tag:

La GiombOpinione

di Il Giomba

VaffanCovid

A te che vuoi toglierci tutte le speranze ed i progetti sul futuro, a te che pretendi di non darci nessuna tregua, un sincero ed accorato... VaffanCovid!

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Anno nuovo, tante novità in arrivo

Con l'arrivo del 2022, le varie piattaforme streaming hanno annunciato molte novità  che riguardano sia nuove stagioni di serie già andate in onda, sia diverse interessanti nuove serie.

Agenda

di Renzo Botindari

Memento di una Persona Perbene

Mentre tutti oggi onorano la rimembranza di questi personaggi, io amareggiato penso a quelle che saranno state le loro ultime ore di vita, delusi, traditi e chiusi in sé stessi nell’attesa che qualcosa di brutto potesse accadergli.

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Il colpo di mano sull’autonomia differenziata

Subdolamente con un inserimento nella legge di bilancio sta passando l’autonomia differenziata. Si tratta di un collegato alla legge di bilancio fatto passare nella notte che sta riportando il tema dell’autonomia in corsa per essere approvato.
Banner Telegram

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Una politica con troppi Capi e pochi Leader

Sono giorni frenetici per la politica nazionale e siciliana. Iniziano assemblee, vertici e riunioni dei partiti per discutere le migliori strategie, per non perdere posizioni e leadership nelle varie coalizioni. Ma tutto ciò serve veramente a qualcosa?

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.

Segreti e non misteri

di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin