18 Giugno 2019 - Ultimo aggiornamento alle 14.27
Palermo

Le parole di chi lavora in quel contesto

Palermo: l’altra faccia dello Zen 2 raccontata dalle Associazioni [VIDEO INTERVISTE]

2 Marzo 2018

zen-2-palermoOggi siamo stati nel quartiere Zen 2 di Palermo per raccontare il lavoro delle Associazioni che operano su un territorio che ha voglia di rinascere, che di fronte a chi gli tende la mano non si tira indietro.

E’ vero lo Zen 2 è un quartiere difficile, ma prima di pensare questo, dovremmo guardare al fatto che è abitato da persone, ci sono bambini, donne e uomini ”isolati e dimenticati dalle Istituzioni che preferiscono voltare la faccia dall’altro lato’‘, come affermano alcuni rappresentanti delle Associazioni Serena Fleres e Fabiola Giacone di Bayty Baytik e Mariangela Di Gangi di Zen Insieme.

Quest’anno Palermo è capitale della cultura italiana, capitale dei giovani, e non si possono escludere i quartieri periferici, anche quella è Palermo, e i giovani ci sono anche lì e come tutti hanno diritto di avere una possibilità.

Invece di puntare il dito su questioni scontate a cui dovrebbero pensare le Forze dell’ordine, si dovrebbe poter raccontare la storia di chi, nonostante tutto, vuole farcela e uno spiraglio di speranza gli viene dato dai giovani delle Associazioni che provano a fare, con quei pochi strumenti che hanno a disposizione, quello che dovrebbero fare le Istituzioni che ad oggi sono ”fantasma”, e mostrano a queste persone e soprattutto a questi bambini che nella vita esiste anche altro e non solo la droga.

GUARDA VIDEO INTERVISTE IN ALTO

Tag:
LiberiNobili
di Laura Valenti

I lupi si travestono da nonne innocue

Il termine pedofilia (dal greco pais, fanciullo, e philìa, amore) dovrebbe significare una predisposizione naturale dell'adulto verso il fanciullo. Attenzioni che, in apparenza, sembrano dettate da amore e dedizione, possono, in realtà, mascherare un'inquietante e distruttiva perversione.
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

La città dei gabbiani

Sono preoccupato, ma non perché non vedo nulla, ma perché attorno a me c’è gente invasata che vede il castello “vede la luce”. Questa è l’epoca del grande inganno. E intanto sentiremo i versi degli innumerevoli gabbiani che ci fanno sognare di esser cittadini nordici di una meravigliosa isola.
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Il 25 aprile festa della libertà tra memoria e impegno

Anche quest’anno la ricorrenza del 25 aprile non è immune da polemiche insulse e pretestuose che puntano a delegittimare e a ridimensionare la portata storica di quel straordinario avvenimento che fu la Resistenza, quel grande movimento di popolo che restituì agli italiani la libertà e cancellò la vergognosa pagina del fascismo.